Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Caso Diciotti, la Procura invia a Palermo gli atti su Salvini

Il ministro dell'Interno e il suo capo di Gabinetto sotto inchiesta per sequestro di persona, arresto illegale, abuso di ufficio e omissione di atti di ufficio

Il procuratore di Agrigento, il palermitano Luigi Patronaggio, e il suo vice Salvatore Vella hanno appena trasmesso alla Procura di Palermo, perchè la invii al tribunale dei ministri, la documentazione relativa agli atti dell'inchiesta a carico del ministro dell'Interno Matteo Salvini e del suo capo di Gabinetto, Matteo Piantedosi, indagati per sequestro di persona, arresto illegale, abuso di ufficio, omissione di atti di ufficio e sequestro di persona a "scopo di coazione".

Secondo i pm il ministro avrebbe trattenuto illecitamente, per quasi due settimane, 143 immigrati che stavano per sbarcare a Lampedusa, a bordo della nave della guardia costiera "Diciotti" che li aveva soccorsi.

Il trattenimento sarebbe avvenuto per "coartare la volontà dell'Unione europea - filtra dagli ambienti giudiziari - nella ripartizione delle quote di accoglienza dei migranti". Questa ulteriore accuse si è aggiunta in un secondo momento. 

Così su Twitter il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini ha commentato la notizia: "Cinquanta pagine di accuse nei miei confronti, 5 reati contestati, 30 anni di carcere come pena massima. Di politici ladri, incapaci e codardi l'Italia ne ha avuti abbastanza. Contate su di me, io conto su di voi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Diciotti, la Procura invia a Palermo gli atti su Salvini

PalermoToday è in caricamento