rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Caso Arata, si dimette Palizzolo: il capo di Gabinetto di Cordaro

Indagato per abuso d'ufficio nell'inchiesta su presunte mazzette. L'assessore al Territorio e Ambiente: "Lui si dichiara estraneo, ma col presidente Musumeci ho deciso di azzerare l’Ufficio di diretta collaborazione"

L’ingegnere Vincenzo Palizzolo non è più capo di Gabinetto dell’assessorato regionale al Territorio e ambiente. Palizzolo risulta indagato nell'inchiesta che ha portato in carcere, tra gli altri, Paolo Arata e l’imprenditore alcamese dell’eolico Vito Nicastri.  L'ormai ex capo di Gabinetto, insieme a Salvatore Pampalone (dirigente regionale della Commissione Valutazione Impatto Ambientale) e al presidente della Commissione Alberto Fonte, è accusato di abuso d’ufficio: avrebbero fornito informazioni sullo stato della pratica degli Arata e di Nicastri suggerendo le scorciatoie per evitare le lungaggini del provvedimento burocratico della Valutazione di Impatto Ambientale.

A dare notizia delle dimissioni è la Regione attraverso una comunicato. "Ho preso atto - dichiara l’assessore Toto Cordaro - delle dimissioni e lo ringrazio per il lavoro fin qui svolto. La sua decisione trova fondamento in ragioni di opportunità, avendo egli ricevuto un avviso di garanzia relativo a fatti per i quali mi ha dichiarato essere del tutto estraneo. In conseguenza di ciò, di concerto con il presidente della Regione Nello Musumeci, ho deciso di azzerare l’Ufficio di diretta collaborazione, che sarà, comunque, ricostituito nel più breve tempo possibile per non creare nocumento alle tante iniziative in corso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Arata, si dimette Palizzolo: il capo di Gabinetto di Cordaro

PalermoToday è in caricamento