Politica

Case ai Rom, Orlando assicura: "Il piano non preclude le assegnazioni ai palermitani"

Il sindaco smentisce inoltre presunti ingressi nel campo, successivamente al suo sequestro, "con l'obiettivo di ottenere un alloggio". Convocata in Comune una riunione operativa per avviare la dismissione: "Il trasferimento riguarderà 16 famiglie"

Il sindaco Leoluca Orlando

"Non è vero che alcune famiglie sarebbero entrate nel campo successivamente al suo sequestro, con l'obiettivo di ottenere un alloggio pubblico. Dalle verifiche eseguite e tutt'ora in corso è emerso, al contrario, che alcune famiglie avrebbero invece lasciato il campo trasferendosi all'estero". E' quanto afferma il sindaco Leoluca Orlando, che interviene su presunte "corsie preferenziali" per i rom: "Il piano, realizzato in linea con i regolamenti comunali sull'emergenza abitativa, non preclude l'assegnazione contestuale di alloggi ad altre famiglie presenti nelle graduatorie".

Nella sostanza, assicura il primo cittadino, nessun avente diritto alla casa sarà scavalcato nelle graduatorie. Oggi pomeriggio, Orlando ha convocato una riunione operativa sulla dismissione del campo rom, prevista dall'ordinanza del Tribunale che ha posto sotto sequestro l'area della Favorita.

"Come già deciso nell'ordinanza sindacale emessa nei giorni scorsi - si legge in una nota - si procederà gradualmente al trasferimento delle famiglie legittimate in alloggi adeguati e, contestualmente, all'abbattimento delle baracche e alla messa in sicurezza dell'area. Il piano riguarderà infatti i 16 nuclei familiari che risultavano presenti all'interno del campo alla data del sequestro e le cui condizioni e necessità specifiche sono oggetto di valutazione da parte dei servizi sociali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case ai Rom, Orlando assicura: "Il piano non preclude le assegnazioni ai palermitani"

PalermoToday è in caricamento