Politica

Extra costi Rap, la Caronia attacca la delibera di Giunta: "Così nascondono l'aumento della Tari"

Il consigliere del Gruppo misto contesta il provvedimento che destina 16 milioni di euro del presunto avanzo d'amministrazione per coprire parzialmente i costi della società che gestisce la raccolta dei rifiuti. "Un escamotage contabile che comporta tagli ai servizi: si potevano usare per le strade, i cimiteri e la manutenzione dei ponti"

Marianna Caronia nell'aula di Palazzo delle Aquile

Un "escamotage contabile la cui legittimità non può che lasciare perplessi" per nascondere l’aumento dei costi della Tari. Lo definisce così Marianna Caronia l’atto firmato dalla giunta comunale che ha destinato 16 milioni dell’avanzo d’amministrazione presunto per l’anno in corso a copertura parziale dei costi extra sostenuti dalla Rap dopo la chiusura della sesta vasca della discarica di Bellolampo. 

"Si toglie ufficialmente la somma dalla Tari, di cui i cittadini sono ben consci, e si nasconde nelle pieghe del bilancio, sempre e comunque a carico dei cittadini. Insomma - afferma il consigliere comunale del Gruppo misto - una vera e propria ‘operazione opacità’ per nascondere ai palermitani un aumento dei costi a loro carico. Un aumento che comporta tagli ai servizi, perché quei 16 milioni avrebbero potuto essere usati per le manutenzioni stradali, per i loculi fuori terra ai Rotoli, per la sicurezza dei ponti".

Il tema dei rifiuti e dei relativi disservizi è stato al centro del dibattito a Palazzo delle Aquile dove due giorni fa è stata avviata la discussione in aula sull'aumento della Tari. Il municipio di Palermo, al pari di altri 310 Comuni siciliani, non ha ancora approvato il previsionale 2021. La scadenza era fissata per ieri ma all'appello mancano ancora 80 milioni circa per chiudere il bilancio. Per questo la Giunta Orlando ha firmato la delibera dei 16 milioni che, per l’assessore al ramo Sergio Marino, serviranno a "garantire alla Rap ulteriore solidità finanziaria e consolidare un clima di serenità nei rapporti con le rappresentanze dei lavoratori".

Previsto per martedì il tavolo ministeriale per affrontare i nodi del bilancio. "Lo abbiamo richiesto da anni e finalmente lo abbiamo ottenuto, ci aspettiamo interventi concreti" ha detto il sindaco Orlando dopo l'incontro a Palazzo Comitini con il viceministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli. L'apertura del governo c'è: "Oltre a qualche norma economica che va indubbiamente fatta - ha sottolineato Castelli - credo sia importante stringere un patto nuovo per riprendere in mano la contabilità e la gestione dei Comuni. E gli strumenti finanziari non mancano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Extra costi Rap, la Caronia attacca la delibera di Giunta: "Così nascondono l'aumento della Tari"

PalermoToday è in caricamento