Caracausi: "In via Messina Marine, cantieri fermi e residenti esasperati”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Palermo ormai da diversi mesi è ostaggio dei cantieri che procedono a passo di lumaca". Lo dice il presidente della commissione Attività produttive del Comune Paolo Caracausi (Idv). 

"Oltre a quelli dell'anello ferroviario in via Amari, viale Lazio e via Sicilia, strade in cui le attività commerciali sono in ginocchio e i residenti devono fare i conti con i disagi mentre il Comune scarica le colpe su Rfi, anche in altre zone della città si segnalano lavori fermi. Per l'appalto dell'impianto fognario del depuratore di Acqua dei Corsari, che interessa in particolare via Messina Marine e corso dei Mille - dice Caracausi - i lavori in via Cirrincione, angolo corso dei Mille, risultano fermi da mesi senza che si veda un solo operaio nonostante una pericolosa voragine. In via Messina Marine, angolo via Bennici, la carreggiata risulta dimezzata per un cantiere ormai fermo da oltre 10 giorni. Non è tollerabile che una via importante come via Messina Marine, strada di accesso alla nostra città transitata da migliaia di macchine giornalmente, sia in parte interdetta da un cantiere dove nessuno lavora. Ma chi deve controllare questi cantieri? I cittadini sono disperati e vedono un disinteresse totale da parte della pubblica amministrazione. Invito il sindaco a volere accertare se chi è delegato alla vigilanza e controllo dei cantieri stia facendo il proprio dovere e a prendere i provvedimenti del caso per rispondere alle lamentele dei cittadini".

Torna su
PalermoToday è in caricamento