"Politica sia unita contro la mafia", il senatore Pd Richetti visita Giardino della memoria

L'esponente del Partito democratico Matteo Richetti, a Capaci per un tour elettorale, lancia un appello al ministro dell'Interno Salvini: "Venga in questi luoghi e capisca l'importanza di ridare alla collettività ciò che è stato indebitamente sottratto dalla criminalità"

Matteo Richetti a Capaci

"Quando si viene a Palermo, meglio di ogni retorica sulla legalità, è necessario venire fisicamente al Giardino della Memoria di Capaci e toccare con mano fin dove la ferocia della mafia si è spinta. Con l’impegno di non arretrare mai. E l’auspicio che legalità e contrasto alla criminalità siano terreno che unisce e non divide la politica. Per non dimenticare, mai". A scriverlo sulla propria pagina Facebook è il senatore del Pd, Matteo Richetti.

L'esponente del partito democratico è in Sicilia per un tour elettorale e ha scelto come prima tappa Capaci. Ha voluto rendere omaggio al giudice Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti della scorta uccisi nella strage del 23 maggio 1992. Nel corso di una diretta Facebook, ha lanciato una riflessione sui temi della legalità. "L'impegno - ha detto - si testimonia annche con la presenza fisica. Siamo in una fase delicatissima. In discussione alla Camera e al Senato c'è un decreto che consente di dare ai privati i beni confiscati. Rivolgo da qui un appello costruttivo al ministro Salvini: venga in questi luoghi e capisca l'importanza di ridare alla collettività ciò che è stato indebitamente sottratto dalla criminalità. Ridare ai privati i beni signfica consentire a un prestanome, come potenziale effetto, di far tornare alla criminalità ciò che è stato tolto. Sono anche giorni di condono. Non può funzionare un Paese dove chi non ha rispetto delle regole è considerato più e meglio di chi le ha rispettate".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento