Caos rifiuti, sindacati sentiti all'Ars: "Governo regionale lontano da svolta"

Fp Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti in quarta commissione sul tema della riforma degli Ambiti Territoriali Ottimali: "Abbiamo posto con forza la questione della mancanza dell’impiantistica"

"Abbiamo posto con forza la questione della mancanza dell’impiantistica e dell’esigenza che anche su questo ci possa essere un confronto di merito per individuare, territorio per territorio, le questioni aperte e le soluzioni possibili, in una condizione che, per effetto dell’esaurimento delle capacità ricettive delle grandi discariche e in presenza di quantità e qualità della differenziata ancora a livelli troppo bassi (soprattutto nelle aree metropolitane), vede la Sicilia sempre a rischio di una nuova emergenza rifiuti e sindaci e cittadini in grande difficoltà, come testimoniato dai sindaci di Carini e Bagheria presenti all’audizione". Cosi i segretari generali di Fp Cgil Gaetano Agliozzo, Fit Cisl Dionisio Giordano e regionale Uiltrasporti Pietro Caleca, al termine dell’audizione in quarta commissione all’Ars che si è svolta oggi su richiesta degli stessi sindacati sul tema della riforma degli Ambiti Territoriali Ottimali e sulle nuove disposizioni per la gestione integrata dei rifiuti. Presenti anche l’assessore regionale all’Energia Alberto Pierobon e il direttore generale regionale del Dipartimento Rifiuti Calogero Foti.

"Sul tema del personale - proseguono  - c’è sempre stata ed è frutto anche della nostra battaglia, la tutela dei lavoratori del ‘bacino’ a suo tempo individuati nell’Accordo Quadro Regionale del 2013. Pur tuttavia, resta ancora non del tutto individuata la soluzione della continuità occupazionale del personale amministrativo”. I sindacati concludono “A tre anni dal suo insediamento il Governo Musumeci non riesce, su questo tema, a segnare la svolta che serve e lo stesso ddl, anche se approvato domattina, non dispiegherebbe alcun sostanziale beneficio rispetto alle procedure di affidamento già poste in essere che, con gli Aro, hanno visto moltiplicare a dismisura le stazioni appaltanti” .
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento