Strade nel caos, la Regione convoca l'Anas: "Nel 2019 la consegna del viadotto Himera"

Il presidente Musumeci chiede maggiori investimenti e celerità nella esecuzione dei lavori: "Entro il 2019 stop ai 18 cantieri sulla Palermo-Catania". L'ad di Anas, Gianni Armani: "Investimenti per 4 miliardi di euro, miglioreremo la viabilità dell'Isola"

Il viadotto Himera

Decine di milioni di euro per ammodernare le strade provinciali e chiusura dei cantieri in corso sulla Palermo-Catania entro il 2019 con tanto di inaugurazione, a settembre dello stesso anno, del tratto del viadotto Himera. Queste le promesse che si sono scambiate il presidente della Regione, Nello Musumeci e l'amministratore delegato di Anas, Gianni Armani, nel corso della conferenza stampa a Palazzo d'Orleans questa mattina. 

"La rete viaria - ha detto Musumeci - è la priorità del governo. La Sicilia ha pagato da troppo tempo una politica miope. Questa stagione è chiusa. Ci aspettiamo dall'Anas un impegno maggiore per la Sicilia, in termini finanziari, di efficienza e di celerità nella esecuzione dei lavori. Oggi ci sono 18 cantieri sulla Palermo-Catania, ma entro dicembre diventeranno 13 ed entro il 2019 non ci sarà più nessun cantiere". "Per la Sicilia - ha risposto Armani - c'è un piano di investimenti per 4 miliardi di euro, miglioreremo la viabilità dell'Isola. Tra le priorità la Palermo-Agrigento". Il punto sui nuovi cantieri al via: "Inizieremo da Enna - ha continuato il Presidente della Regione - e poi passeremo a fare una verifica nelle province di Messina, di Caltanissetta e Agrigento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Governatore prende posizione anche sulla potenziale fusione tra il Consorzio autostradale siciliano e l'Anas: "E' un processo che rimane aperto. Guardiamo a questa soluzione senza alcun pregiudizio. Vorremmo ottenere un risultato utile al mantenimento dell'efficienza della rete autostradale". Più che favorevole a questa possibilità anche l'ad Armani: "Un'opportunità industriale da cogliere. Attualmente 400 chilometri di strade sono in capo ad Anas e altrettanto in capo al Cas. Con l'unificazione e la creazione di un soggetto con 800 chilometri di autostrade si realizza il secondo soggetto autostradale italiano".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento