Almaviva, Orlando e Marano: "Non penalizzare ancora lavoratori"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Confermiamo l'impegno dell'amministrazione comunale, già più volte espresso nel corso di questa vicenda e ribadito in tutti gli incontri al ministero dello Sviluppo Economico, per la revoca dei licenziamenti e per la ricerca di una soluzione che non aggravi la condizione economica attuale delle lavoratrici e dei lavoratori Almaviva". Lo dicono il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alle Attività produttive, Giovanna Marano.

"Attendiamo - spiegano - l'esito della consultazione a cui verrà sottoposta  l'ipotesi di accordo pervenuta dall'incontro di ieri tra sindacati e azienda, ribandendo la necessità che si pervenga rapidamente a interventi che possano proteggere un settore di cui Almaviva è il punto nevralgico della crisi in corso. Sollecitiamo al Governo e al Parlamento il rafforzamento delle misure contro la delocalizzazione e contro l'affidamento delle commesse al massimo ribasso, per evitare una inaccettabile competizione che si risolve solo a danno dei lavoratori e della qualità dei servizi, per difendere quella che è ormai una specializzazione della città nei servizi di call center".

Torna su
PalermoToday è in caricamento