Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Calendario venatorio impugnato dal Tar, Ferrante (Pd): "Governo sordo e inadeguato"

Il presidente della Direzione regionale del Partito democratico in Sicilia attacca il governo regionale che, dice, "si mostra inaffidabile tanto verso le associazioni ambientaliste quanto verso quelle dei cacciatori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La decisione del Tar di sospendere la stagione venatoria, rappresenta l'ennesima conferma dell'inadeguatezza del governo Musumeci nella gestione tanto delle emergenze quanto della programmazione successiva". A dirlo è Antonio Ferrante, presidente della direzione regionale del Partito democratico in Sicilia. "Per l'ennesima volta – continua Ferrante - il governo si è mostrato sordo e inadeguato e ha tirato dritto, ignorando il parere autorevole dell’Istituto superiore protezione e ricerca ambientale contro ogni logica vista la situazione drammatica degli incendi di quest'estate, la cui gravità evidentemente non è ancora chiara al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci".

"Subendo questa pronuncia - conclude Ferrante - il governo regionale, oltre a dover fare l'ennesima marcia indietro forzata, si mostra inaffidabile tanto verso le associazioni ambientaliste quanto verso quelle dei cacciatori, che pure avevano dato la propria disponibilità alla collaborazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calendario venatorio impugnato dal Tar, Ferrante (Pd): "Governo sordo e inadeguato"

PalermoToday è in caricamento