rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
La proposta

Ars, appello a Musumeci: "Disagio psichico in crescita col Covid, istituire un bonus salute mentale"

Antonio Catalfamo, capogruppo della Lega, ha presentato un'interrogazione al governo regionale: "Oltre il Lazio anche la Campania e la Lombardia si sono attivate per garantire psicologhe e psicologi nei presidi territoriali, la Sicilia si adegui"

È stata depositata questa mattina una interrogazione al governo regionale per chiedere di impegnarsi celermente nell’adempimento di misure urgenti e contingenti per il sostegno psicologico ai cittadini siciliani soprattutto in seguito all'emergenza Covid. L’atto parlamentare porta la firma di Antonio Catalfamo, capogruppo all’Ars della Lega. "Cosa chiediamo sostanzialmente? Intanto l’istituzione di un Fondo regionale dedicato all’accesso alle cure per la salute mentale e la prevenzione del disagio psichico per giovani e fasce più fragili della popolazione, valutando l’utilizzo sottoforma di 'bonus salute mentale' anche alla luce della proposta di Regione Lazio e del modello sostenuto a livello nazionale da tutte le forze politiche, in ottica bipartisan. Oltre la Regione Lazio anche la Campania e di recente la Lombardia si sono attivate in tal senso per garantire l’inserimento delle psicologhe e degli psicologi nei presidi territoriali – Case della Comunità, con l’obiettivo di rispondere al bisogno della popolazione di accedere a prestazioni psicologiche a bassa soglia, promuovendo in maniera più efficace il benessere psicologico dei cittadini e valorizzare l’appartenenza della dimensione psicologica all’ambito delle cure primarie".

L’accelerazione sulla misura in diverse regioni trova specie nelle conseguenze dettate dalla pandemia. “Sappiamo dai dati - spiega Catalfamo - che i tassi di suicidio sono aumentati, i disagi tra i giovani anche in età scolastica sono quadruplicati e, come riportato dal ministero della Salute, le conseguenze di veder negate per ormai due anni le libertà principali, ha portato molti di noi a vivere tra incertezze e paure. Le conseguenze di questo disagio si avvertiranno nella società del domani. Dobbiamo essere pronti. Investire soldi pubblici nella salute mentale odierna dei cittadini vuol dire evitare di dover successivamente intervenire per abbassare tassi di suicidio e abbandono scolastico. Non servono discussioni o disegni di legge. Il governo deve subito attivarsi per evitare il disastro sociale della mancata assistenza psicologica per le fasce più esposte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, appello a Musumeci: "Disagio psichico in crescita col Covid, istituire un bonus salute mentale"

PalermoToday è in caricamento