Bonanno (Db): "Miccichè non pensi ad accordi con il Pd"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Mi risulta incomprensibile l’idea politica di chi oggi, leader di un partito al governo con il centrodestra in tante regioni ed in tanti comuni, invoca fantomatiche alleanze moderate con i vecchi acerrimi avversari del Pd. Alleanze, che in altri momenti storici, avrebbe chiamato inciuci.” Queste il commento di Domenico Bonanno, leader dei giovani di Diventerà Bellissima, alle parole del coordinatore di F.I. Gianfranco Miccichè all’indomani delle amministrative. “Non si tratta di stare con o contro Salvini, ma di dare prospettiva ad un’area politica che certo non può riconoscersi nelle politiche dell’attuale governo nazionale, ma neppure in accordi innaturali che mirano soltanto alla tutela di proprie rendite di posizione. Occorre più che mai la costruzione di una nuova area di centro destra, moderna, pluralista, che lavori per la costruzione dell’Italia del futuro e che non nasconda dietro al finto moderatismo, uno spirito di autoconservazione che nulla ha a che vedere con un ricambio generazionale ormai necessario.” “Non chiediamoci perché tanti giovani oggi, spaesati di fronte ad uno scenario politico in perenne evoluzione, vedono nell’antipolitica l’unica soluzione ai problemi. Tocca a noi, lavorare alla costruzione di una proposta politica seria, lungimirante e capace di scalzare definitivamente quanti vedono nei giovani soltanto ‘manovalanza elettorale’ e non risorse sulle quali puntare" conclude Bonanno "non lavoreremo mai contro qualcuno ma sempre e soltanto per qualcosa.”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento