rotate-mobile
Politica

Sindaci pronti alle dimissioni, ma il Governo rassicura: "Nella Manovra risorse per enti in deficit strutturale"

I rappresentanti di 250 realtà siciliane da settimane chiedono a Roma interventi concreti per superare la profonda crisi che stanno vivendo e oggi il viceministro all'Economia Castelli tende una mano: "Abbiamo portato avanti tutte le interlocuzioni necessarie per arrivare ad una soluzione che consenta loro di chiudere i bilanci del 2021"

Nei giorni scorsi 250 sindaci siciliani si sono detti pronti alle dimissioni per l'impossibilità di approvare i bilanci. Un gesto estremo per sollecitare l'intervento del governo nazionale al quale da mesi l'Anci chiede provvedimenti concreti in aiuto degli enti locali. E oggi da Roma arrivano le rassicurazioni. "Conosco molto bene il problema dei Comuni siciliani, che ho sempre seguito in questi anni, e ritengo che la prossima settimana si possa chiudere definitivamente il cerchio. Abbiamo portato avanti tutte le interlocuzioni necessarie per arrivare ad una soluzione che consenta loro di chiudere i bilanci del 2021 e di risolvere le problematiche che li vedono attraversare una fase di tensione finanziaria che fonda le sue radici prima del Covid", dice il viceministro dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli. 

A favore dei sindaci si era schierato anche l'assessore alle Autonomie locali, Marco Zambuto. L'esponente del governo Musumeci aveva chiarito che le eventuali dimissioni di massa "non sarebbero in alcun modo gestibili attraverso le ordinarie procedure di commissariamento. Di fronte al livello di difficoltà denunciato dai primi cittadini dell’Isola, la stessa Regione, con un eventuale invio di commissari, non riuscirebbe ad affrontare il nodo della mancata approvazione dei bilanci e sarebbe costretta a prendere atto dell’inefficacia dell’attuale quadro normativo e dell’insufficienza dei meccanismi perequativi a sostegno dei territori con scarsa capacità fiscale".

"Come Governo, nel rispetto delle prerogative di ciascuno, ove fosse necessario, stiamo valutando - aggiunge oggi Castelli - anche il ricorso allo stanziamento di risorse aggiuntive, proprio per evitare che ad essere penalizzati possano essere i cittadini. Già in Manovra abbiamo assicurato ulteriori risorse per i Comuni della Sicilia in deficit strutturale''. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaci pronti alle dimissioni, ma il Governo rassicura: "Nella Manovra risorse per enti in deficit strutturale"

PalermoToday è in caricamento