Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Torri d'avvistamento ed ex lidi: la Regione affida in concessione otto beni marittimi

L'obiettivo è riqualificarli e restituirli a tutti ma anche aumentare le entrare erariali e contribuire a creare impresa. Ad annunciare il bando è il presidente della Regione, Nello Musumeci: "La concessione avrà una durata fino a 50 anni"

Torre Pozzillo

Cinquantadue immobili che ricadono sul demanio marittimo siciliano saranno assegnati in concessione ad imprenditori che presenteranno un adeguato progetto per farne una struttura compatibile per il contesto. Di questi otto ricadono nella provincia di Palermo. Ad annunciarlo è il presidente della Regione, Nello Musumeci. "Tra qualche giorno - afferma il Governatore - pubblicheremo un bando per l'assegnazione in concessione dei beni di proprietà della Regione. Al momento, quelli censiti sono 52". 

Fanno parte degli otto beni che ricadono nella provincia di Palermo, la Torre Pozzillo a Cinisi e l’ex Lido Olivella a Santa Flavia. In città si rifaranno il look l’ex Opa di Sferracavallo, il pontile Romagnolo e l’immobile Brucato Addaura. 

La concessione avrà una durata fino a 50 anni. "Si tratta di immobili - continua Musumeci - in prossimità del mare che possono alimentare un'interessante attività economica". La Regione, attraverso l'assessore Totò Cordaro ha già aperto un dialogo con i Comuni che ospitano i beni. "Con questo bando - conclude il Presidente della Regione - salviamo dei beni che appartengono a tutti, aumentiamo le entrare erariali e riqualifichiamo le aree marittime".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torri d'avvistamento ed ex lidi: la Regione affida in concessione otto beni marittimi

PalermoToday è in caricamento