Politica

Bagheria, Villa Santa Teresa diventa della Regione: "Restituiamo ai siciliani un bene confiscato alla mafia”

L’Ars ha approvato la norma, proposta dal governo regionale, che consentirà di "utilizzare il bene per finalità sanitarie per renderlo una struttura di eccellenza"

La Regione diventerà proprietaria della clinica Villa Santa Teresa di Bagheria, bene confiscato alla mafia. L’Ars ha approvato la norma, proposta dal governo regionale, che consentirà di "utilizzare il bene per finalità sanitarie per renderlo una struttura di eccellenza".

“Il passaggio di proprietà di Villa Santa Teresa alla Regione rappresenta anche un atto di altissimo valore simbolico – afferma l’assessore alla Salute Baldo Gucciardi – restituendo ai cittadini siciliani un bene confiscato alla mafia”.

Villa Santa Teresa venne confiscata a Michele Aiello, condannato con l'accusa di essere stato il regista delle "talpe alla Dda" e prestanome di Bernardo Provenzano. In questo momento nella struttura sanitaria, oltre a servizi come la Diagnostica per immagini e la Radioterapia, è presente il polo dell’Irccs Rizzoli di Bologna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagheria, Villa Santa Teresa diventa della Regione: "Restituiamo ai siciliani un bene confiscato alla mafia”

PalermoToday è in caricamento