Politica

Operazione antimafia a Bagheria, il sindaco: "Teniamo alta la guardia"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di stupefacenti, detenzione e vendita di armi clandestine, estorsione, lesioni personali aggravate sono le accuse mosse agli 8 arrestati di questa mattina, a Bagheria. Si tratta dell’operazione Persefone durante la quale i carabinieri – attraverso intercettazioni ambientali, telefoniche, telematiche e veicolari – hanno delineato il nuovo organigramma della famiglia mafiosa. 

"Esprimiamo un deciso apprezzamento all’Arma dei carabinieri e a tutti gli organi investigativi che in una brillante operazione  hanno arrestato 8 indagati, in esecuzione di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Palermo – dicono il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli e l’amministrazione comunale – al pool di magistrati tutta la nostra stima e l’invito a non demordere perché è evidente che il nostro territorio, per il quale spiace constatare che ancora la mafia è attiva e operativa, ha bisogno del loro lavoro. Quello di oggi è un colpo assestato anche allo spaccio di stupefacenti di diverso tipo che purtroppo vede coinvolti, in quanto consumatori, alcuni dei nostri giovani. Oggi, ancora di più, dobbiamo alzare la guardia e compiere azioni forti, Istituzione in sinergia con le forze dell’ordine e le scuole, per estirpare il fenomeno che già in passato aveva visto le forze dell’Ordine locali impegnate in analoghe operazioni di contrasto alla criminalità. L’impegno dell’Arma è costante su tutto il territorio e non finiremo mai di dire che ci sarebbe bisogno di altro personale, sia fra i carabinieri sia nella polizia per presidiare ancora meglio la nostra città. Il mio personale grazie, della Giunta, del presidente del Consiglio comunale e di tutta l’amministrazione per il lavoro di indagine che ha portato ai provvedimenti di questa mattina". 

L’amministrazione comunale si costituirà parte civile in eventuale processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione antimafia a Bagheria, il sindaco: "Teniamo alta la guardia"

PalermoToday è in caricamento