Calenda presenta Azione, tra i fondatori del movimento anche il sindaco di Cinisi

La nuova formazione politica è nata lo scorso 21 novembre, si colloca nell'area del centrosinistra e ha già diversi seguaci nel Palermitano. Giangiacomo Palazzolo: "Sentivamo il bisogno di una ‘casa comune’ dove poter esprimere il nostro pensiero riformista"

Il comitato fondatore di Azione

Tra i fondatori del nuovo movimento politico di Carlo Calenda e Matteo Richetti, nato ufficialmente solo tre giorni fa, c’è anche il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo. “Azione - spiega il primo cittadino - è contro il sovranismo e il populismo e nasce perché sentivamo il bisogno di una ‘casa comune’ dove potevamo esprimere il nostro pensiero riformista. Sanità, scuola e sicurezza sono i nostri 3 pilastri portanti”.

Crescono di ora in ora i palermitani che hanno sposato la causa dell’ex ministro dello Sviluppo economico scendendo in prima linea per creare la base del movimento che si colloca nel centrosinistra. Sono già 12 i gruppi di azione (comitati spontanei che promuovono le idee del movimento composti almeno da 5 iscritti) attivi a livello territoriale o su un tema: cinque operano in città e gli altri in provincia.

In città sono già stati istituiti i gruppi di azione Libertà (coordinato da Francesco De Luca); Sesta circoscrizione (coordinato da Fabio Pernice); Prima circoscrizione (coordinato da Federica Tarantino); Palermo Civica entra in azione (coordinato da Cucchiara) e Palermo ambientalista animalista coordinato da Vincenzo Conti. Gruppi di azione anche a Capaci (Salvo Roccalumera coordinatore), Terrasini (Salvatore Ventimiglia), Bagheria (Vincenzo Conti), Petralia (Fabio di Ganci) e in altri comuni del Palermitano.

“Ne stanno per nascere anche altri. A Cinisi per esempio - spiega Palazzolo - ancora non è stata formalizzata la richiesta ma il gruppo già c’è. In provincia inoltre hanno aderito al movimento il sindaco di Isnello Marcello Catanzaro e il consigliere comunale di Isola delle Femmine Giuseppe Caltanissetta. È con noi anche il consigliere comunale di Palermo Giulio Cusumano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le radici culturali e politiche di Azione - si legge nel manifesto - sono quelle del liberalismo sociale rappresentato in Italia dal Partito d’Azione, che ha coniugato la tradizione liberale con quella socialista, producendo una classe dirigente che è stata l’avanguardia dell’europeismo. Le ragioni della sintesi tra quelle due grandi culture politiche tornano attualissime oggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • Incidente in viale Lazio, con la Vespa si scontra con un’auto: morto 15enne

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento