menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circoscrizioni, ritoccate al rialzo le indennità di presidenti e consiglieri

Con una determina dirigenziale il Comune ha impegnato 80 mila euro per gli adeguamenti degli stipendi in base agli indici Istat. Però fuori dalla Sicilia i Consigli di quartiere non vengono più retribuiti

Indennità di presidenti e consiglieri di Circoscrizione ritoccate al rialzo, adeguate in base agli indici Istat. Mentre nelle altre regioni i gettoni di presenza per i Consigli di quartiere sono stati aboliti nel 2010. E' quanto riporta l'edizione odierna di Repubblica Palermo. "Con una determina dirigenziale - si legge sul quotidiano - l’amministrazione ha impegnato 80 mila euro  (60 per i consiglieri e 20 per i presidenti) per gli adeguamenti degli emolumenti in base agli indici Istat". Adeguamenti previsti e regolamentati da una legge regionale, "che il Comune di Palermo non ha fatto altro che applicare", ha precisato l'assessore al Decentramento, Giusto Catania. Nel capoluogo siciliano è allo studio un piano di potenziamento delle funzioni delle Circoscrizioni, per trasformarle in vere e proprie municipalità come a Roma, "applicando in pieno il decentramento".

TAGLI. La Finanziaria del 2010 aveva messo fine a gettoni e compensi per presidenti e consiglieri di Circoscrizione. Ma non in Sicilia, che in quanto regione a statuto speciale non è obbligata a recepire tali norme nazionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento