Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

Il messaggio di auguri del Governatore, lanciato attraverso un video postato su Facebook, è tutto politico: "Abbiamo lavorato tanto in questi 15 mesi ma l'Isola è la regione più degradata in Italia da oltre 20 anni. La ricreazione è finita"

Musumeci a Militello per la cerimonia del Venerdì Santo

"Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione". A parlare è il presidente della Regione, Nello Musumeci, che sceglie Facebook per fare gli auguri siciliani e lanciare un messaggio tutto politico. Con un video postato sul suo profilo social, il Governatore fa un bilancio (amaro) di quanto fatto in questi 15 mesi di governo e di quanto ancora c'è da fare: "Sono stato eletto per fare uscire la Sicilia dal pantano in cui si trova da decenni. E' la regione più degradata in Italia da oltre 20 anni. Abbiamo tanto lavoro da fare, ne abbiamo fatto tanto in questi 15 mesi. Abbiamo cinque anni di tempo per risollevare quest'Isola. Lo faremo senza inseguire le mode".

"Non ci interessano i sondaggi, gli attacchi di tanti frustrati. Io tiro dritto - continua Musumeci - perché ho un impegno con i miei figli, con i siciliani tutti e con i miei nipoti e non mi potrà fermare niente. Non cerco voti per risollevare questa terra non ci vuole l'aspirina, ci vuole il bisturi, servono scelte impopolari, occorrono tanti no e tanti ne ho detti.  Se trovo qualcuno che vuole fare il 'malandrino' di turno, lo allontanerò senza pensarci un attimo": Musumeci replica così indirettamente a chi in questi mesi lo ha criticato per il suo silenzio di fronte alle indagini che hanno coinvolto assessori e dipendenti regionali. 

Il sindaco Orlando: "Palermo terza meta italiana per Pasqua"

"La Sicilia vive il momento più tragico della sua storia, ci vuole fiducia, speranza, la certezza di potercela fare. La ricreazione è finita, abbiamo adottato qualche provvedimento più serio. Tutti dobbiamo fare la nostra parte: la classe dirigente e quella politica, non ci sono più protetti e protettori. Così, l'unico mio obiettivo è lavorare per uscire dal tunnel, per fare diventare quest'Isola competitiva con le altre regioni del nord. Abbiamo cominciato dalle fondamenta. Non basteranno i miei cinque anni, ma noi abbiamo messo un punto sul passato e innescato una nuova tendenza. Spero che chi verrà dopo, voglia continuare su questa strada".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • evidentemente quanto fatto ė insufficiente o fatto male

  • Bisturi? Staccate la spina!

  • serve aggiustare i cervelli

  • per risollevare questa ragione basterebbe che la politica fosse fatta dA persone oneste e per bene

  • Per risollevare la Sicilia caro Musumeci bisogna per 1 levare i mangiafranchi ars e enti vari. Ma come sempte e un augurio al vento è buna terra bruciata

  • Avatar anonimo di KIWI
    KIWI

    Per risollevare la Sicilia basterebbe che ognuno facesse il proprio dovere!  

  • Se lo dice Lui avremo altri 20 anni di malasfortuna!

    • E se lo dice Lei?

Notizie di oggi

  • Politica

    Ecoambiente dal primo giugno lascia Bellolampo: tutti i servizi passano alla Rap

  • Cronaca

    Anello ferroviario, ultimatum di Rfi a Tecnis: "Un mese di tempo per riprendere i lavori"

  • Cronaca

    Bagheria, medico del pronto soccorso denuncia: "Aggredito dal padre di una paziente"

  • Cronaca

    Tenta furto in un supermercato in via Messina Marine: banda del buco in arresto

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento