menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attiva Sicilia a Musumeci: "Riattivare la Consulta emigrazione e immigrazione"

Un’interrogazione è stata rivolta al presidente della Regione e all’assessore regionale della Famiglia: "I siciliani nel mondo rappresentano un canale di sbocco fondamentale per il mercato dei prodotti regionali"

Ripristinare la Consulta regionale dell’emigrazione e dell’immigrazione e riattivare i finanziamenti per i progetti proposti dalle associazioni di siciliani sparsi nel mondo. Lo chiedono i deputati regionali di Attiva Sicilia Angela Foti, Elena Pagana, Matteo Mangiacavallo, Valentina Palmeri e Sergio Tancredi attraverso un’interrogazione rivolta al presidente della Regione e all’assessore regionale della Famiglia, delle politiche sociali e del lavoro.

“I siciliani nel mondo e le associazioni che hanno creato nelle Paesi in cui si sono stabiliti – sottolinea Angela Foti, vicepresidente dell’Ars e componente del gruppo Attiva Sicilia – rappresentano un canale di sbocco fondamentale per il mercato dei prodotti regionali, perché riescono a creare una fitta rete di contatti tra produttori e consumatori esteri. Una rete che va assolutamente valorizzata, specialmente in questo periodo di crisi dovuti alla pandemia”.

Foti sottolinea anche che “il mancato ripristino della Consulta regionale dell’emigrazione e dell’immigrazione, non più in funzione dal 2010, non ha consentito alla Regione Siciliana di essere rappresentata alla riunione delle consulte regionali che hanno incontrato il Consiglio di Presidenza del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero nell’aprile 2019. Eppure la Sicilia era stata la prima regione italiana a istituirla”.

La Consulta e i fondi per i progetti delle associazioni, secondo Foti, "sono due strumenti di grande importanza sociale ed economica: da un lato agevolerebbero il mantenimento dei rapporti tra gli emigrati, oggi sempre più laureati e con alte specializzazioni, con il territorio di origine. Dall’altro rappresenterebbero canali privilegiati per la diffusione dei prodotti siciliani”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento