Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Assistenza igienico-personale studenti disabili: "Impiegare lavoratori specializzati" 

La richiesta arriva dai deputati Caronia e Pullara. Al momento a svolgere il servizio è il personale Ata. Approvato All'Ars un ordine del giorno che impegna la Regione a trovare una soluzione al problema: "E' venuta meno la professionalità"

La Regione trovi, in raccordo con lo Stato, una soluzione per utilizzare personale specializzato per l’assistenza igienico-personale agli studenti disabili, sia più attiva nel garantire i servizi e monitori l’utilizzo dei fondi destinati agli enti. Sono queste le richieste inserite in un ordine del giorno, presentato dai deputati Marianna Caronia e Carmelo Pullara, approvato poco fa dall’Ars. Al momento l'assistenza agli studenti disabili viene offerta dal personale Ata. Questo, spiegano i deputati nel documento, accade perchè lo Stato ha assunto le competenze in materia, come per altro confermato da pronunciamenti della giustizia amministrativa.

La conseguenza è che "è venuta meno la professionalità del personale specificatamente formato, con corsi regionali della durata di 900 ore e che aveva svolto il proprio lavoro per oltre dieci anni". Inoltre non ci sarebbe alcuna garanzia del fatto che il numero di personale sia sufficiente a garantire l’adeguata assistenza in tutti gli istituti e a tutti gli studenti e le studentesse con disabilità.  

"La professionalità richiesta - dichiarano i deputati - non può essere improvvisata ne tantomeno reperita in maniera semplicistica, perché se da un lato l’aspetto didattico è in capo ai docenti gli altri livelli di assistenza richiedono un approccio particolareggiato che sin qui è stato assicurato dagli assistenti igienico sanitari”. Da qui, l’urgenza di realizzare “un’intesa con lo Stato perché il personale già impegnato negli ultimi dieci anni sia quello deputato allo svolgimento del servizio” e di “accertare il reale stato del servizio rispetto al numero di personale Ata disponibile negli istituti scolastici al netto del reale fabbisogno”. “Ormai da tempo - concludono Caronia e Pullara - gli studenti e le loro famiglie, insieme al personale che per tanto tempo se ne è preso cura assicurando servizi di qualità, si trovano in una situazione di incertezza che non può più protrarsi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza igienico-personale studenti disabili: "Impiegare lavoratori specializzati" 

PalermoToday è in caricamento