"Telecamere in ogni asilo", la proposta del Movimento 5 Stelle all'Ars

Un emendamento alla Finanziaria regionale presentato da Angela Foti e Nuccio Di Paola prevede lo stanziamento di un contributo di 200 mila euro per il biennio 2019 e 2020 da utilizzare per l'installazione delle apparecchiature

Foto di repertorio

Installare sistemi di videosorveglianza negli asilo nido sicliani, per scongiurare episodi di abusi e violenze. A questo mira un emendamento alla Finanziaria regionale presentato dai deputati regionali del Movimento 5 Stelle Angela Foti e Nuccio Di Paola.

Il provvedimento prevede un contributo di 200 mila euro per il biennio 2019 e 2020 da utilizzare per l'installazione di  telecamere per la videosorveglianza nelle strutture frequentate dai bimbi. "Faremo il possibile affinché venga approvato prima in commissione Bilancio - afferma Di Paola - e inserito nella finanziaria regionale e poi definitivamente approvato dal Parlamento".

Il Movimento ha anche formulato una proposta di legge, prima firmataria Angela Foti, sulla promozione e tutela dei diritti dei minori che frequentano asili e micronidi. "Un testo snello - dice Foti - composto da cinque articoli che punta a rendere più sicuri gli istituti. E' una proposta di buon senso per dare un contributo - prosegue - a tutela dei più piccoli, doveroso anche luce dei recenti fatti cronaca e dei maltrattamenti subiti dai piccoli ad opera delle maestre, assicurate alla giustizia, grazie alla presenza delle telecamere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento