Ars, Aricò: "Legge su procedimenti amministrativi fondamentale per la ripresa economica"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Le nuove misure di semplificazione e sburocratizzazione e l'ulteriore valorizzazione del silenzio-assenso, delle autocertificazioni e della conferenza dei servizi garantiranno l'accelerazione dei procedimenti amministrativi e saranno fondamentali per la ripresa economica in Sicilia dopo l'emergenza Coronavirus. Molto importante anche la possibilità che la giunta regionale possa decretare lo stato di crisi e di emergenza al verificarsi di eventi che richiedono risposte tempestive ed efficaci. Inoltre il governo Musumeci ha voluto garantire un iter più celere per la realizzazione di opere infrastrutturali e per la riqualificazione, l'adeguamento e la messa in sicurezza di edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Pertanto, definirla 'legge di criminali' e augurare 'le manette' come ha fatto il Pd in aula è molto grave. Altro che 'prevaricazione' o 'disprezzo per gli assetti democratici', questa legge è nell'interesse dei siciliani e quei deputati dell'opposizione che non l'hanno votata favorevolmente se ne assumeranno la responsabilità politica, per loro è un'occasione perduta". Lo afferma Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima, firmatario del disegno di legge “Disposizioni per l'accelerazione dei procedimenti amministrativi e per la realizzazione di interventi infrastrutturali urgenti” approvato dall'Ars.

Torna su
PalermoToday è in caricamento