menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Ardizzone, il nuovo presidente dell'Ars

Giovanni Ardizzone, il nuovo presidente dell'Ars

Ars, oggi la prima seduta: si insediano i 90 deputati

Oggi l'insediamento dei 90 deputati. Il deputato messinese dell'Udc è il nuovo presidente dell'Assemblea Regionale. Succede a Francesco Cascio. Le prime parole: "Basta con le politiche clientelari"

Ha preso ufficialmente il via stamattina alle 11, la prima seduta d'Aula a Palazzo dei Normanni, la XVI legislatura del Parlamento Regionale Siciliano. I novanta deputati saranno chiamati per prima cosa ad eleggere il presidente dell'Assemblea. Tra i nomi papabili per occupare la poltrona che è stata di Francesco Cascio, spicca quello di Giovanni Ardizzone sul quale convergono i favori della coalizione che appoggia il presidente della Regione Rosario Crocetta, oltre che quelli del Pdl e di Cantiere Popolare. Più defilata, invece, la posizione di Mpa, Grande Sud e Movimento 5 Stelle.

LEGGI ANCHE: LE PRIME PAROLE DEL NEO PRESIDENTE

LA DIRETTA

15,10
Applausi al 46esimo voto per Giovanni Ardizzone. I voti: Ardizzone 46, Venturino 15, Lupo 4, Cracolici 2, Alloro 2, Arancio 2, Dina 1, Ferrandelli 1, Formica 1, 14 schede bianche.

15,08
Giovanni Ardizzone è stato eletto nuovo presidente dell'Ars

14,46
Terminata la votazione. Si è in attesa dello spoglio

14,26
E' iniziata la seconda votazione per l'elezione del presidente dell'Ars. Andata a vuoto la prima, quando servivano 60 preferenze, adesso ne occorrono 46. Secondo i "rumors" l'accordo sarebbe a rischio e potrebbe essere necessaria una terza votazione.

13,54
Dopo avere allattato il figlio, la deputata del Movimento 5 Stelle, Angela Foti, ha accusato un malore mentre si trovava in aula. E' intervenuto il medico dell'Assemblea regionale siciliana.

13.51 Crocetta: "Chiediamo a tutti i deputati un atto di responsabilità o la Sicilia affonda. Invece di cercare accordi con questo o quel gruppo stiamo dando a tutti i gruppi la possibilità di essere partecipi all'azione di Governo senza accordi sottobanco ma alla luce del sole".

13.40. Seduta sospesa per cinque minuti in attesa della seconda votazione.

13.20. Nessun presidente eletto alla prima votazione. "Sparpagliati" i voti letti dal presidente provvisorio, Giovanni Greco: Venturino 15 voti; Gianni Ruggirello e Alice Anselmo 5, poi numerosi deputati con due e un voto. Nessuno per il "favorito" Giovanni Ardizzone. Ventiquattro le schede bianche. Adesso si passerà alla seconda votazione: il quorum richiesto per eleggere il nuovo presidente dell'Ars è di 46 voti.

Ore 13.11. Inizia lo spoglio in Sala d'Ercole

Ore 13.03. Si sono appena chiuse le operazioni di voto per chiamata nominale a scrutinio segreto per l'elezione del presidente dell'Assemblea regionale siciliana. Piccola "gaffe" del presidente provvisorio Giovanni Greco che dichiara chiusa la seduta invece della votazione.

Ore 12.40. In aula, tra gli assessori, sono assenti Antonio Zichichi e Nicolò Marino: il primo – pare – per impegni personali; Marino, invece, perché ancora non ha ricevuto il "via libera" dal Consiglio Superiore della Magistratura. "Era l'occasione buona per avere spiegazioni da Zichichi in merito alle dichiarazioni di ieri sul nucleare" vociferano alcuni deputati nei corridoi dell'Ars.

Ore 12.25. Sono iniziate le operazioni di voto per eleggere il presidente dell'Assemblea regionale siciliana. Il voto si svolgerà con scrutinio segreto. In prima votazione sarà necessaria la maggioranza qualificata di almeno 60 deputati. Nella seconda, invece, basterà quella di 46 parlamentari.

Ore 11.23. Toti Lombardo e Gianina Ciancio, i due deputati più giovani dell'Assemblea, rappresentano l'ufficio provvisorio di presidenza.

Ore 11.19. Seduta ufficialmente aperta. Ordine del giorno: al primo punto la costituzione dell'ufficio provvisorio di presidenza, al secondo il giuramento dei deputati. Presente in aula il Governatore e la Giunta.

Ore 10.45. In rigorosa giacca e cravatta gli uomini e in abiti eleganti le donne, i 15 deputati regionali del Movimento Cinque stelle, assieme a parenti e amici e dietro la scritta ''in nome del popolo sovrano'', si sono radunati ai Quattro Canti per raggiungere a piedi Palazzo dei Normanni, dove e' in programma la seduta inaugurale della XVI legislatura dell'Assemblea siciliana. A capo della folta delegazione c'e' Giancarlo Cancelleri, portavoce dei grillini e deputato regionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento