Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Ars, con la Finanziaria si riparte da zero: nuovo testo e via le spese

La legge di bilancio è stata ritirata e l'assessorato all'Economia ha 48 ore per riscriverla. Poi la commissione e, si spera, l'Aula. Gran parte delle risorse serviranno a pagare disavanzo ereditato dal passato. Eliminato il collegato

Palazzo dei Normanni - sede dell'Ars

Niente collegato e drastica riduzione degli articoli. Così, in una veste del tutto nuova, la Finanziaria approderà in commissione Bilancio. La data prevista è quella di lunedì. La decisione di ripartire sostanzialmente da zero è arrivata al termine di una seduta, piuttosto deserta, dell'Ars. C'erano il presidente Gianfranco Miccichè, il presidente della commissione Bilancio Riccardo Savona, gli assessori al Territorio e alle Attività produttove Cordaro e Turano. La legge di bilancio è stata ritirata e l'assessorato all'Economia ha 48 ore per rimettere tutto nero su bianco. Poi la commissione e, si spera, l'Aula.

Gran parte delle norme facevano affidamento in gran parte sul budget ricavato dalla ex Sicilcassa, ma c'è da pagare il disavanzo ereditato dal passato. Quindi tutto da rifare. E sullo sfondo c'è la trattativa con Roma per capire come e in che tempi "saldare i conti". "Sarà - spiega Cordaro - un bilancio che ricalca per intero i livelli di spesa del 2018 evitando tagli a settori portanti". 

Nel frattempo il governo chiede che la manovra sia approvata entro la prima settimana di febbraio, per non essere costretti a ricorrere all'esercizio provvisorio. Opzione che sembra però quasi certa.

La Cgil lancia l'allarme: "Conti della Regione a rischio, disavanzo non è rateizzabile“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, con la Finanziaria si riparte da zero: nuovo testo e via le spese

PalermoToday è in caricamento