Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Ars, commissione Bilancio dà ok al Documento di economia e finanza regionale

I documenti adesso passano all'esame dell'Aula. "La Regione Siciliana - dicono dall'assessorato - deve fare i conti non solo con una gravissima pandemia che continua drammaticamente a mietere vittime, dispensando malattie e sofferenze, ma anche con la più grave recessione economica della sua storia"

La commissione Bilancio dell'Assemblea regionale siciliana ha dato il via libera a maggioranza al Documento di economia e finanza regionale (Defr) e alla relativa Nota di aggiornamento (NaDefr) relativi al periodo 2021-23. Dopo l'ok della commissione presieduta da Riccardo Savona, i documenti adesso passano all'esame dell'Aula.

"I documenti economico-finanziari regionali si collocano quest'anno in un contesto privo di precedenti a causa delle pesanti conseguenze della crisi economica post-pandemica, i cui effetti si stanno manifestando ed ancor più si dispiegheranno nel breve periodo, tenuto anche conto delle nuove restrizioni imposte alla Sicilia", ricordano dall'assessorato regionale all'Economia. Il documento approvato ricorda che in Sicilia il valore del Pil programmatico regionale nel 2020 è del - 8%, registrando una caduta lievemente inferiore al Pil nazionale che, secondo diversi istituti, si attesterebbe al - 9%.

"Tale dato è giustificato dal fatto che l'economia regionale dipendente più dai servizi che dal manifatturiero ha risentito meno la crisi dovuta alla pandemia da Covid-19 - spiegano dagli uffici dell'assessorato -, anche se si prevede una risposta alla ripresa più flebile rispetto alla ripresa nazionale ed una più marcata incidenza sul mercato del lavoro".

La Regione Siciliana deve fare i conti "non solo con una gravissima pandemia che continua drammaticamente a mietere vittime, dispensando malattie e sofferenze, ma anche - ancora dall'assessorato - con la più grave recessione economica della sua storia che ha portato il livello del prodotto interno lordo all'inizio degli anni '90 (-7,5 miliardi euro di Pil nel 2020)". Il contesto nel quale è stata elaborata la Nota di aggiornamento, inoltre, "è profondamente diverso - ricordano dalla Regione - da quello nel quale si è giunti alla predisposizione del documento, nel mese di luglio, che prevedeva effetti attenuati, seppur piu' duraturi, della crisi economica post-pandemica in Sicilia". Una crisi che si sommava a quella del 2007-2010, "della quale nel 2019, ancora molto restava da recuperare a causa di politiche nazionali miopi sul Mezzogiorno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, commissione Bilancio dà ok al Documento di economia e finanza regionale

PalermoToday è in caricamento