Politica Palazzo Reale-Monte di pietà

Ars, caos alla Sala d'Ercole: Dpef approvato per un solo voto

Bagarre durante le votazioni del parlamento regionale per l'approvazione del Documento di programmazione economica e finanziaria. Polemiche sulle votazioni: "In piedi i contrari, restino seduti i favorevoli". Venturino: "Lo dice il regolamento"

Caos a Sala d'Ercole per l'approvazione del Dpef (foto archivio)

"Chi è favorevole resti seduto, chi è contrario si alzi". Approvato all'Ars il Dpef, Documento di programmazione economica e finanziaria, con 27 voti favore (e 26 contrari). In aula si è scatenata la polemica per le modalità di voto con l'opposizione che ha deciso di abbandonare Sala d'Ercole. Ma su queste circostanze si è espresso il vicepresidente vicario dell'Ars che presiedeva i lavori parlamentari, Antonio Venturino: "Il regolamento dell'Ars prevede che in questi casi si voti per alzata e seduta".

Il Dpef, dunque, è passato per un solo voto, dopo che l'opposizione ha chiesto di ricontare i voti con metodi diversi, ossia esprimendosi attraverso l'utilizzo del tesserino elettronico. E via alla corsa di alcuni deputati assenti al momento della consultazione. Ma ancora Venturino ha spiegato: "Chi ci osserva, anche in televisione, vede uno spettacolo tutt'altro che decoroso", tentando a più riprese di riportare l'ordine in aula. Ma alzarsi ed abbassarsi per votare non è stato considerato sufficiente: il vicepresidente vicario ha chiesto "ai deputati favorevoli al Dpef di accomodarsi in una parte dell'aula ed in contrari a restare alzati dalla parte opposta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, caos alla Sala d'Ercole: Dpef approvato per un solo voto

PalermoToday è in caricamento