Politica Libertà

Aricò e il sindaco del centrodestra: "Futura guida di Palermo non sia merce di scambio politico"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Discutere sin da ora di aspiranti candidati del centrodestra a sindaco di Palermo è prematuro: mancano ancora anni al “dopo Orlando” e, soprattutto, il quadro politico è in continua mutazione. Invece di cadere nella tentazione di un risiko di candidature che coinvolge le imminenti Europee e declassa il tema della futura guida di Palermo alla stregua di merce di scambio politico, il centrodestra dovrebbe ritrovare unità d'intenti contro la Sinistra ed i populismi vecchi e nuovi. Solo successivamente si potrebbe avviare un confronto alla ricerca di un candidato sindaco autorevole e unitario, eventualmente ricorrendo a primarie di coalizione alle quali DiventeràBellissima si presenterebbe consapevole di poter esercitare un ruolo da protagonista grazie al proprio forte e crescente radicamento sul territorio. A Palermo il governo regionale guidato da Nello Musumeci continuerà intanto a garantire un concreto sostegno e la giusta attenzione”. Lo ha detto Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima, a margine di un incontro pubblico al Bistrò del teatro Massimo durante il quale sono stati illustrati progetti e provvedimenti legislativi presentati nel 2018 all'Assembla Regionale Siciliana dal movimento guidato dal presidente della Regione.

DiventeràBellissima con i propri deputati all'Ars (Alessandro Aricò, Giusy Savarino, Giorgio Assenza, Pino Galluzzo e Giuseppe Zitelli) ha finora presentato 76 disegni di legge, 22 interrogazioni, 8 mozioni e 15 ordini del giorno. Nella scorsa Finanziaria tra i provvedimenti a firma Db figurano lo stanziamento di fondi per le società sportive e per la Targa Florio e il sostegno ai Condhotel. Inoltre nella variazione di Bilancio è stata garantita la salvaguardia degli stipendi di migliaia di lavoratori dei Comuni, dei Parchi, delle Riserve e dell'Istituto regionale Vini ed Oli. É iniziato pure l'iter del ddl che riforma e snellisce il settore degli appalti e dei contratti pubblici, e DiventeràBellissima è stata tra i promotori del ddl che ha l'obiettivo di inserire nello Statuto siciliano il riconoscimento degli svantaggi derivanti dall'insularità, in modo da compensarli con agevolazioni nei costi dei trasporti. Nella foto Aricó con alcuni componenti del movimento giovanile di DiventeràBellissima Per contatti: Filippo Pace, giornalista (366.3106946)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aricò e il sindaco del centrodestra: "Futura guida di Palermo non sia merce di scambio politico"

PalermoToday è in caricamento