Aricò: "Una Tangenziale esterna per eliminare il ‘muro’ di viale Regione"

E per risolvere l'emergenza cimiteriale, il candidato a sindaco dice: "Ricorreremo al project financing"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La costruzione della tangenziale esterna cittadina è un punto fondamentale all’interno del mio programma. Il progetto è già stato finanziato con 10 milioni dalla Regione ed il costo totale sarà di 220 milioni. L’obiettivo è quello di eliminare quel ‘muro’ che all’altezza della circonvallazione di viale Regione siciliana divide Palermo in due zone”. Lo ha detto Alessandro Aricò – candidato sindaco sostenuto dalle liste Fli, Mpa, Api e movimenti civici, Mps, Palermo Avvenire, Chiamalacittà – intervenendo al dibattito organizzato oggi dall’Ance a palazzo Forcella De Seta. “L'idea è di mettere a punto un tracciato che collegherà l’autostrada A19 dallo svincolo di Brancaccio allo svincolo di via Ugo La Malfa, dove si ricollegherà all’autostrada A29 – ha aggiunto -. Il risultato sarà quello di alleggerire il traffico che ingolfa perennemente viale Regione siciliana”. Aricò è anche intervenuto sull'edilizia cimiteriale: “Attualmente i cimiteri in città hanno gestioni diverse, ma Palermo ha bisogno di un'opera pubblica e pensiamo, infatti, alla realizzazione di un cimitero a Ciaculli - ha detto - Che le casse comunali siano disastrate è ormai noto, per questo dovremo vagliare le richieste di imprenditori disposti ad investire su questo progetto e ricorreremo al project financing”.
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento