rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Aricò (Db): "Imprese siciliane balneari in crisi, vanno sostenute: assurda la contrarietà del M5s"

Il capogruppo di DiventeràBellissima all'Ars: «Un mio emendamento alla Finanziaria prevede che possano ottenere in questa fase la concessione di una licenza o un subentro anche in assenza di presentazione del Durc»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

PALERMO. «Le imprese del settore della balneazione siciliana, uno dei più colpiti dalla crisi economica causata dall'emergenza Covid, non devono essere ulteriormente danneggiate dalla normativa vigente. Pertanto, uno mio emendamento alla Finanziaria regionale prevede che possano ottenere in questa fase la concessione di una licenza o un subentro anche in assenza di presentazione del Durc, cioè del documento unico di regolarità contributiva». Lo afferma Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima, il quale intervenendo in aula ha sottolineato «la necessità di sostenere il settore della balneazione in vista di una stagione estiva che finalmente segnerà il ritorno alla normalità e quindi la possibilità di una grande boccata di ossigeno per centinaia di imprese. Una norma di buon senso come questa prevista del mio emendamento dovrebbe essere condivisa all'unanimità, pertanto è spiacevole constatare che dai banchi del M5S abbiano manifestato un'assurda contrarietà».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aricò (Db): "Imprese siciliane balneari in crisi, vanno sostenute: assurda la contrarietà del M5s"

PalermoToday è in caricamento