rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Comune

Il bilancio consolidato passa in extremis, salve le assunzioni di 54 assistenti sociali

Ieri, nell'ultimo giorno a disposizione, è arrivato il via libera del Consiglio al documento nonostante le perplessità espresse dal ragioniere generale sull'assenza della relazione del Collegio dei Revisori. Lagalla: "Operazione fortemente voluta da me e dagli assessori Pennino e Falzone"

Nell'ultimo giorno del 2022 il Consiglio comunale approva in extremis il bilancio consolidato 2021 e apre le porte a 54 assistenti sociali, che vengono assunti dall'amministrazione. Il via libera al documento contabile inoltre servirà anche a garantire le ore supplementari ai circa 400 lavoratori delle attività sociali e degli asili nido. Sull'approvazione arrivata in fretta e furia però sono appese le perplessità espresse dal ragioniere generale Bohuslav Basile, secondo il quale all'atto mancherebbe la relazione del Collegio dei Revisori. I ragionieri contabili comunque non avrebbero rilevato irregolarità. E così il bilancio consolidato è stato licenziato da Sala delle Lapidi.

Per il sindaco Roberto Lagalla si tratta di "un'operazione fortemente voluta da me e dagli assessori Rosi Pennino e Dario Falzone perché ci consente di fornire un servizio più efficiente alla comunità palermitana,  rispondendo positivamente alle richieste di tante famiglie. Inoltre, queste stabilizzazioni non graveranno sulle casse comunali, perché prevedono l’utilizzo di fondi extra comunali che, oltretutto, ci permetteranno di ottenere una premialità complessiva di circa 1 milione di euro".
 
Esprime soddisfazione anche l'assessore alle Politiche sociali Rosi Pennino: "Questa operazione ci permette di iniziare a restituire maggiore dignità lavorativa e serenità ai lavoratori che oggi vengono stabilizzati e piena continuità ai servizi resi alla nostra comunità ed in particolare alle categorie più fragili, che continuano a chiedere aiuto a questa amministrazione. In questo modo, oggi, rispondiamo con un’azione concreta che rappresenta un primo fondamentale passo per allinearci con la media nazionale ed inoltre, finalmente, con questo atto, portiamo la città di Palermo e tutto il distretto socio sanitario 42, al rapporto di un assistente sociale ogni 5 mila abitanti, così come prescritto dalle normative vigenti".

Per i capigruppo dei partiti di maggioranza al Comune, Gianluca Inzerillo (Forza Italia), Giuseppe Milazzo (Fratelli di Italia), Dario Chinnici (Lavoriamo per Palermo), Domenico Bonanno (Democrazia Cristiana), Alessandro Anello (Lega) "l’approvazione del bilancio consolidato 2021 entro il 31 dicembre sancisce il definitivo ritorno alla normalità contabile e amministrativa del comune di Palermo, un risultato, questo, importantissimo per il futuro della città. Esprimiamo grande soddisfazione per questa approvazione anche perché ad essa era legata la stabilizzazione di 54 assistenti sociali e il salvataggio di importanti contributi provenienti dal governo nazionale".

Salvo Imperiale, presidente della IV Commissione Attività sociali al Comune, plaude "agli assessori Pennino e Falzone per l’attenzione mostrata nei confronti di questa categoria. In questa maniera evitiamo l’interruzione di un servizio importante per la comunità palermitana e diamo serenità a 54 famiglie. Non c’è modo migliore per augurare loro un buon 2023".

"Siamo stati a Palazzo delle Aquile fino all'ultimo e abbiamo seguito passo dopo passo un iter che rischiava di non andare a buon fine: grazie al nostro contributo e al senso di responsabilità dell'amministrazione attiva e delle forze politiche di maggioranza e opposizione, oggi possono festeggiare non solo i lavoratori ma l’intera città che avrà più servizi", dichiarano Nicolò Scaglione e Giuseppe Badagliacca del Csa-Cisal e Lillo Sanfratello di Cgil Fp.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio consolidato passa in extremis, salve le assunzioni di 54 assistenti sociali

PalermoToday è in caricamento