Appello dell'Afap onlus al presidente della Regione Siciliana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In merito alla recente notizia relativa allo sfruttamento di minori non accompagnati da parte di gestori di esercizi commerciali e di attività agricole a Partinico e Borgetto, l'A.F.A.P. Associazione Famiglie Affidatarie Palermo Onlus si rivolge al Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e ai sindaci dei Comuni della Regione, per sottolineare la necessità di vigilare sulle innumerevoli comunità che ospitano i minori, disseminate per tutta la Sicilia. A fronte di tante realtà comunitarie di eccellenza, ne esistono molte altre sulle quali sarebbe opportuno svolgere un'azione di controllo - peraltro prevista dalla legge - sui requisiti per l'accreditamento e il loro mantenimento nel tempo, sulla gestione dei contributi regionali e comunali, sui titoli professionali dei dipendenti e, alla luce dei fatti accaduti, sui reali interessi dei responsabili nei confronti dei minori. L' A.F.A.P. Onlus, che opera a Palermo dal 2013, nella sua attività di promozione dell'affidamento familiare ha avuto modo di notare le resistenze di talune comunità ad agevolare progetti di affido per i minori. E i minori spesso restano in comunità fino all'adolescenza, quando diventa più difficile trovare famiglie disponibili alla loro accoglienza. I minori hanno rappresentato e rappresentano un business per molte comunità alloggio e le istituzioni hanno l'obbligo di vigilare sulle attività di queste ultime, almeno per non causare ulteriori traumi a quelle giovani vite che, ricordiamolo, formeranno la società di domani.

Torna su
PalermoToday è in caricamento