Politica

Ars, Venturino rinuncia a indennità supplementare e autoblu

Il deputato regionale del M5S, eletto martedì vicepresidente vicario dell'Assemblea, ha presentato formale rinuncia ai 3.200 euro spettanti alla carica. E conferma: "Arriverò a Palermo in autobus"

Antonio Venturino insieme con i deputati regionali del M5S. In basso: la lettera di rinuncia all'indennità

Niente autoblu e indennità supplementare per il vicepresidente vicario dell'Ars, Antonio Venturino. Questa mattina il deputato del Movimento 5 Stelle, eletto martedì scorso vicepresidente vicario dell'Assemblea regionale siciliana, ha rinunciato ai 3.244,22 euro di indennità supplementare spettanti al vicepresidente dell'Ars. Rinuncia formale che è  stata consegnata al dirigente dell'Ufficio di Ragioneria dell'Ars, con decorrenza immediata. Un atto che "costituisce la risposta a quanto più volte ribadito in campagna elettorale mantenendo fede all'accordo con i cittadini, di rinunciare a privilegi che non sono necessari allo svolgimento della carica", si legge in una nota del Movimento 5 Stelle.

Venturino ha anche confermato che farà a meno dell'autoblu, come dichiarato subito dopo la sua elezione. Stamattina - afferma il vicepresidente dell'Ars - ho confermato agli uffici della Ragioneria generale le mie intenzioni, rinunciando formalmente all'indennizzo di carica ed all'auto blu. Di grosse berline nei parcheggi della Regione Sicilia ce ne stanno parecchie, io non la voglio. Arriverò a Palermo dalla mia città, Piazza Armerina, in autobus e sto pure affittando un appartamentino nelle adiacenze dell'Ars. Per gli spostamenti di rappresentanza vedrò di organizzarmi".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, Venturino rinuncia a indennità supplementare e autoblu

PalermoToday è in caricamento