Politica

Precari, Venturino presenta un ddl: "Basta col sistema delle proroghe"

L'idea è quella di una legge organica che dia inizio alla stabilizzazione dei precari storici degli Enti locali e della Pubblica Amministrazione: "Non si capisce come mai si trovino i fondi per le proroghe e non per una soluzione definitiva"

Una legge organica che superi il sistema delle proroghe e dia inizio alla stabilizzazione dei precari storici degli Enti locali e della Pubblica Amministrazione della regione, attraverso la costituzione di un “ruolo unico ad esaurimento”, rispettando l’anzianità di servizio dei lavoratori e dando la certezza agli stessi che il ruolo sarà attivo fino ad esaurimento del bacino del precariato. Questa l’idea fondante del disegno di legge che il vicepresidente vicario dell’Ars Antonio Venturino ha presentato questa mattina. Uno strumento legislativo ancora in divenire, per il cui completamento il 27 maggio verranno convocati all’Assemblea Regionale Siciliana diverse sigle sindacali.

Oggi il vicario dell’Ars, avvalendosi della collaborazione a titolo gratuito di un gruppo di legali ed esperti in materia di diritto del lavoro, ha ribadito la necessità di risolvere la questione precariato attraverso una precisa volontà politica tenendo conto della normativa comunitaria vigente in materia di contratto a termine, norma che disciplina la conversione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato dopo 36 mesi di permanenza continuativa del lavoratore precario nello stesso posto di lavoro dell’Ente. “Non si capisce come mai - ha dichiarato Venturino – si trovino in maniera costante le coperture finanziarie per le proroghe e non si sia pensata invece una soluzione definitiva. Abbiamo il dovere di dare risposte serie e concrete ai cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precari, Venturino presenta un ddl: "Basta col sistema delle proroghe"

PalermoToday è in caricamento