Anello e Gelarda: "Il Consiglio Comunale sempre più distante dalla Giunta Orlando"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’assessore Catania mortificando il Consiglio Comunale mortifica tutta la città. In qualità di assessore si deve limitare alla sola attività gestionale, non si può permettere di ignorare e scavalcare il Consiglio Comunale, organo preposto a decidere e poi controllare, che con l’approvazione del Pgtu ha dato indicazioni chiare alla Giunta Orlando.

Igor Gelarda 03-4Non si può permettere di ignorare quanto approvato già nel 2015 “le pedonalizzazioni e altri provvedimenti non inseriti nel Pgtu dovranno essere preventivamente esaminati  dalle Commissioni  competenti ed approvate dal Consiglio  Comunale” e ancor di più non deve  prendere in giro il Consiglio Comunale (e quindi tutta la città) trincerandosi dietro la chiara scusa della sperimentazione. E' da più di un anno e mezzo che si sperimenta in Corso Vittorio Emanuele bassa e ancora non c’è nessuna delibera né tantomeno nessuna interlocuzione con le Commissioni competenti.

Prima di sperimentare altro perché non predispone con gli uffici quello che si sperimenta già da oltre un anno e mezzo? Invito il Sindaco  e l’Assessore a portare in aula i provvedimenti che sono di esclusiva competenza del Consiglio Comunale evitando di fare le fughe in avanti con scuse banali quali quelle della sperimentazione che mortificano Consiglieri Comunali che rappresentano tutta la città.

Il Consigliere
Alessandro Anello

Il Consigliere
Igor Gelarda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento