Gazebo, Mineo: “Maggiori tutele per i commercianti in regola”

Il Consigliere comunale del Gruppo Civitas: “In un momento di crisi così forte per le categorie produttive l'Amministrazione non può equiparare chi possiede regolarmente una licenza con chi è abusivo”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“In un momento di crisi così forte per le categorie produttive l'Amministrazione comunale non può equiparare chi è in regola perché possiede regolarmente una licenza con chi invece è abusivo”. E' quanto dichiara il Consigliere comunale di Palermo e Vicepresidente della III Commissione consiliare, Andrea Mineo (gruppo Civitas), in merito al termine ultimo, previsto questa settimana, per smontare i gazebo commerciali.

“Bisogna fare una distinzione - aggiunge - tra chi è abusivo e chi era in regola con le precedenti normative, garantendo maggiori tutele nei confronti di questi ultimi. L'investimento fatto da molti commercianti per la realizzazione dei gazebo non è certo di poco conto; sarebbe una penalizzazione ingiusta, oltre che costosa, se questi fossero costretti a smontare le strutture in maniera indiscriminata".

"E' sacrosanto che si regolamenti in materia e si combattano l'illegalità e l'abusivismo. Auspico però - conclude Mineo - che ci sia una maggiore tolleranza da parte della Polizia Municipale nel non infliggere sanzioni in maniera selvaggia, e che si  voti al più presto in Consiglio comunale la concessione di una proroga semestrale , anche in base al Piano Urbano del Traffico che verrà presentato oggi, tenendo presenti quelle che erano le normative precedenti”. 

Torna su
PalermoToday è in caricamento