Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Amianto vicino alle scuole, M5S: "Orlando intervenga"

I sette portavoce di circoscrizione hanno trasmesso una nota urgente al sindaco per chiedere "la rimozione e lo smaltimento di amianto abbandonato sul territorio"

I sette portavoce di circoscrizione del Movimento 5 Stelle di Palermo, Pasquale Tusa, Saverio Bruschetta, Mirko Dentici, Simona Di Gesù, Daniela Tumbarello, Giovanni Galioto e Alessandro Amore, hanno trasmesso una nota urgente al sindaco Leoluca Orlando, per chiedere la rimozione e lo smaltimento di amianto abbandonato sul territorio. 

“Chiediamo di intervenire per la sicurezza e la salute dei cittadini - spiegano i consiglieri cinquestelle - É necessario procedere con una ordinanza contingibile e urgente, dando priorità a quelle zone segnalate dai cittadini in prossimità di siti critici e sensibili come gli edifici scolastici. Per esempio, la scuola Rosolino Pilo di via Sebastiano La Franca, la Antonio Ugo e Pio La Torre in via Nina Siciliana. Il problema è da tempo noto e coinvolge tutta la città, arrivando fino alla via Rocky Marciano allo Zen e via Oreste Arena, all’angolo di via Ammiraglio Persano. Al sindaco però sembra importare poco la salute dei palermitani”. 

“Non è tollerabile che per situazioni del genere dovute alla scadenza del bando si debba attendere l’approvazione del bilancio preventivo mentre i servizi risultano sospesi - afferma il consigliere comunale del M5S Antonino Randazzo, membro della commissione igiene e sanità - Da circa 4 mesi l’amianto continua a restare nelle strade. Palermo ha bisogno di un sindaco meno dedito a inaugurazioni, festeggiamenti e passerelle, e più concentrato a svolgere il delicatissimo compito di autorità sanitaria, attraverso cui il primo cittadino potrebbe agire e predisporre atti e ordinanze per intervenire tempestivamente in caso di emergenza igienico-sanitaria e salute pubblica”.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto vicino alle scuole, M5S: "Orlando intervenga"

PalermoToday è in caricamento