rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica Politeama

Confintesa Sanità Sicilia, Amato: "Rinnovo contratti Covid Sicilia, scelta discutibile dell’assessore Razza"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In Sicilia i contratti dei precari Covid-19 saranno prorogati fino al 31 marzo del 2022. Questa la decisione dell’assessorato regionale alla Salute guidato che tiene conto della proroga per lo stesso arco temporale dello stato di emergenza, varata pochi giorni fa dal Consiglio dei Ministri. Ma altre regioni quali la Campania ed il Lazio hanno deciso diversamente. Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ha dato mandato alla direzione generale per la Tutela della Salute e il coordinamento del Sistema Sanitario Regionale di procedere ad emanare una circolare che preveda la proroga di circa 6mila unità di personale medico, infermieristico, operatori sociosanitari e altro personale che è stato assunto con contratti a tempo determinato e collaborazioni da febbraio 2020 per affrontare l'emergenza sanitaria, sino al 31 dicembre 2022.

La Regione Lazio nel ritenere prioritario il rafforzamento del Sistema sanitario regionale ed il necessario personale ha sottoscritto un accordo che prevede la proroga fino al 31 dicembre del 2022 del personale assunto a tempo determinato per l’emergenza Covid. “Un accordo importante che riguarda una platea di circa 5 mila operatori sanitari e che risponde alla necessità di garantire i servizi assistenziali durante tutta la fase pandemica e l’erogazione dei servizi necessari per la gestione post pandemica”, ha commentato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “La scelta dell’assessore Razza, più che una scelta politica, sembrerebbe un pedissequo allineamento a un decreto ministeriale, e non frutto di una attenta analisi dei possibili scenari pandemici; tutti ci auguriamo che non vi sia più bisogno del personale covid dedicato (per la fine della pandemia naturalmente e non per altro) ma ahimè abbiamo imparato a nostre spese che con questo virus non è mai detta l’ultima parola, quindi una visone prudenziale come quella adottata da De Luca e Zingaretti mi è sembrata più appropriata e consona”, così dichiara Domenico Amato Segretario Nazionale Confintesa Sanità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confintesa Sanità Sicilia, Amato: "Rinnovo contratti Covid Sicilia, scelta discutibile dell’assessore Razza"

PalermoToday è in caricamento