La conta dei danni dopo l'alluvione, all'Ars un ddl per garantire i risarcimenti

Il disegno di legge è stato presentato dal Pd e la conferenza dei capigruppo dell'Assemblea gli ha dato priorità. Il capogruppo Lupo: "Contiene misure per fronteggiare spese urgenti". Figuccia (Udc): "Al testo aggiungerei la responsabilità unica da parte di chi governa la città da ripetute consiliature"

Aiutare concretamente i tanti palermitani che hanno subito danni materiali dopo l'alluvione della scorsa settimana. E' lo scopo del ddl presentato all'Ars dal Pd e al quale la conferenza dei capigruppo dell'Assemblea ha dato priorità. Il disegno di legge passerà adesso al vaglio della commissione Bilancio e della commissione Affari istituzionali, quindi sarà esaminato dall'Aula.  

"Il ddl - dice Giuseppe Lupo, capogruppo dem all'Ars - contiene misure per fronteggiare spese urgenti da destinare all'accertamento dei danni, alla rimozione delle situazioni di pericolo e alla predisposizione di un piano degli interventi relativi al ripristino degli edifici e dei beni mobili privati, come a esempio automobili o motocicli, arredi o elettrodomestici, distrutti o danneggiati in occasione del nubifragio che ha interessato il capoluogo".

Orlando si difende: "Una 'tempesta perfetta' senza preallerta"

L'iniziativa incassa il plauso di  Vincenzo Figuccia deputato dell'Udc e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia. "Supporterò l'iniziativa legislativa volta a varare provvedimenti urgenti a sostegno della città di Palermo e dei palermitani colpiti dal fortissimo nubifragio dello scorso 15 luglio - spiega - già nei prossimi giorni dovrebbe arrivare in Commissione Affari Istituzionali della quale sono componente, il testo che guarda all'individuazione di misure di risarcimento per i danni subiti da cose e persone. Allo stesso ddl - ironizza il parlamentare - se fosse possibile, aggiungerei la responsabilità unica da parte di chi governa la città da ripetute consiliature. Continuiamo a palesare l'inadeguatezza dell'amministrazione Orlando ma non possiamo fermarci a questo sentimento di amarezza che accompagna un po' tutti. La Regione e il governo regionale devono fare la propria parte nel contrasto al dissesto idrogeologico attraverso l'impiego di risorse importanti che dovranno prevenire nuovi e simili catastrofi. Molta gente ha perso la propria casa e tutto ciò che aveva e il sentimento di rabbia non ammette certi teatrini infantili da parte di chi non vuole assumersi dopo trent'anni e più la responsabilità civile, politica e amministrativa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento