Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

L'idea di Musumeci: "Due soli sistemi aeroportuali in Sicilia, dobbiamo ridurre le spese"

Il presidente della Regione annuncia l'intenzione di accorpare lo scalo di Palermo con quello di Trapani-Birgi e di Pantelleria. Per la parte orientale dell'Isola, Catania, Comiso e Lampedusa. Alle giornate dell'export di Marsala aggiunge: "Tornano a crescere le esportazioni, giusto puntare sulla qualità"

"C'è l'esigenza di razionalizzare le energie e ridurre le spese". A dirlo è il presidente della Regione, Nello Musumeci, annunciando l'intenzione di lavorare all'accorpamento degli aeroporti siciliani in due soli sistemi: da un lato Trapani-Birgi con Pantelleria e Palermo e dall'altro quello di Catania con Comiso e Lampedusa. La proposta è arrivata nel corso dell'intervento del governatore alla giornata inaugurale della Terza edizione degli Stati generali dell'export di Marsala, in provincia di Trapani.

"Abbiamo lavorato per porre fine all'agonia dell'aeroporto di Birgi, come lo abbiamo trovato nel 2018, facendo ricorso a sostanziosi contributi finanziari e a una norma prontamente votata dal Parlamento siciliano - ha spiegato Musumeci -. Oggi quell'aeroporto torna a guardare al futuro con uno zaino pieno di speranze e con qualche certezza, perché abbiamo voluto rimediare a errori di altri". 

"Il nostro obiettivo - ha aggiunto il presidente - è recuperare le pesanti perdite causate dalla pandemia al commercio estero della Sicilia per ridare fiato ad una attività di grande importanza per la nostra economia. Il dato relativo al secondo trimestre di quest'anno, che registra un incremento del 16,5%, ci conforta e ci indica che la giusta strada è puntare sulla qualità, soprattutto sul manifatturiero e sull'agroalimentare, cioè sulle nostre produzioni maggiormente richieste all'estero, non solo europeo. Ma il merito di questa ripresa è soprattutto degli imprenditori coraggiosi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'idea di Musumeci: "Due soli sistemi aeroportuali in Sicilia, dobbiamo ridurre le spese"

PalermoToday è in caricamento