Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Ars, abolite le Province siciliane: via ai liberi Consorzi di Comuni

L'Assemblea ha approvato al termine di una lunga seduta la legge che cancella le elezioni di primo grado, commissaria gli enti e ne prevede la sostituzione. I voti a favore sono stati 51, 22 quelli contrari e un astenuto

La riforma delle Province siciliane adesso è legge. Al termine di una lunga seduta, l'Assemblea regionale ha approvato con voto finale la norma che cancella le elezioni di primo grado, commissaria gli enti e ne prevede la sostituzione con liberi consorzi fra comuni. I deputati presenti in Aula erano 74: 51 i voti a favore, 22 i contrari e un astenuto. La legge prevede che entro il 31 dicembre venga approvata la riforma complessiva per la definizione dei liberi Consorzi di comuni, che sostituiranno le attuali Province, con i relativi compiti istituzionali. Il governatore Rosario Crocetta, presente in aula, ha annunciato la costituzione di un gruppo di lavoro formato da professionisti, giuristi e docenti universitari per la stesura del disegno di legge di riforma. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ars, abolite le Province siciliane: via ai liberi Consorzi di Comuni

PalermoToday è in caricamento