Scopri la tecnologia a servizio dei cittadini: e-commerce e spesa

Il lockdown ha spezzato molte di quelle inibizioni che limitavano molti utenti nell’utilizzo dell’e-commerce, che ora sembra un servizio irrinunciabile

Quella dell’e-commerce è una realtà che, dal 2015 al 2019 ha visto una crescita esponenziale, guadagnandosi,lentamente ma inesorabilmente, la fiducia dei consumatori.

I settori coinvolti sono sempre di più: informatica, elettronica, arredamento, turismo, per non parlare dell’amatissimo food delivery.

Nonostante la maggiore diffusione, erano ancora molte, però, le persone che non utilizzavano questo servizio, vuoi per poca confidenza con gli strumenti tecnologici o per diffidenza nel dover pagare con carte di credito...tutto questo fino al 2020.

La pandemia e il relativo lockdown hanno costretto moltissimi italiani a doversi, forzatamente, interfacciare con l’e-commerce, per poter ricevere, in sicurezza, prodotti che altrimenti non avrebbero potuto reperire.

La spesa online da ricevere a domicilio, soprattutto, è diventata tanto ambita da portare gli utenti a “gare di velocità” per ottenere uno slot di consegna, spesso senza successo.

L’improvviso e inaspettato interesse per questo servizio non ha lasciato il tempo alla GDO di far fronte alla grande mole di richieste.

Per ovviare a questo problema, molti si sono rivolti ad attività commerciali della propria zona che, concentrandosi su territori specifici, risultano capaci di poter soddisfare le necessità degli acquirenti.

A Palermo, per esempio, uno dei punti di riferimento è Zangaloro, una giovane e frizzante realtà che offre svariate opzioni nell’ambito della ristorazione: nel giro di poco tempo, ha imparato a farsi conoscere e apprezzare, aprendo sei fast food di concezione americana con il marchio Zangaloro Meat Factory, un ristorante giapponese Zanga Sushi&Wok e una pokeria hawaiana Poké Boll.

Presa di petto la situazione di crisi che ha investito tutti, ha deciso di reinventarsi, utilizzando la piattaforma con cui, da anni, vende i propri panini online per ricreare un market, dove i palermitani possono acquistare, scegliendo tra un vasto assortimento di prodotti.

Si va dalla carne ai salumi, dai beni di prima necessità ai prodotti per la casa e per la cura della persona, dai surgelati alle bevande, senza dimenticarsi della ricca offerta culinaria. A breve verranno inseriti anche prodotti per l'infanzia e relativi al mondo degli animali.

La scelta di diversificare il proprio business si è rivelata vincente: infatti, nonostante il periodo critico, l’azienda ha continuato a crescere, tanto da poter continuare a garantire l’impiego, al suo interno, di oltre cento dipendenti.

Se sei a Palermo e vuoi provare la comodità di ricevere (anche in giornata!) la spesa direttamente a casa tua, rivolgiti a Zangaloro ed effettua i tuoi acquisti tramite il sito.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento