Parlare e comprendere l’inglese: per ripartire con una marcia in più

Corsi d'inglese smart e innovativi oggi sono disponibili anche online e con promozioni imperdibili

La lingua inglese è tutta intorno a noi: ormai entrata a far parte del lessico comune grazie a canzoni, film, serie tv, lavoro e turismo, ci fa credere di essere navigata gente di mondo, quando spesso la realtà e ben diversa.

Nel nostro, a volte sconcertante, inglese maccheronico, infatti, non sono pochi gli errori che commettiamo. Spesso travisiamo completamente il significato di alcuni termini che pure usiamo abitualmente. Se, ad esempio, in un hotel londinese chiediamo una camera, non ci dovremmo stupire se ci consegnano una macchina fotografica invece della room che avremmo voluto. E la mattina dovremmo evitare di ordinare per colazione un toast, se non vorremo trovarci nel piatto solo una misera fetta di pane tostato, senza né prosciutto né formaggio a far da imbottitura. Sono i cosiddetti "false friends", i falsi amici della lingua inglese, parole che traggono in inganno per la somiglianza a termini nostrani ma che assumono significati ben diversi in inglese. E sono parecchi, credetemi.

Se vi dicessi che library non significa affatto libreria, ma biblioteca? E che i parents più che i parenti, sono proprio i genitori? Il discorso vi annoia? Nessun problema, basta che non me lo traducete con annoyed, perché farebbe di voi persone infastidite più che annoiate. Potrei andare avanti parecchio, ma mi limiterò a spendere giusto due parole sull'ormai tanto sbandierato lockdown. Ne parlano tutti, ma alzi la mano chi ne conosce l'esatta traduzione. E non sbirciate su Google translate, per favore.

A intuito, lockdown darebbe l'idea di qualcosa che crolla o che si blocca e, visto il periodo che stiamo vivendo a livello globale, sembrano proprio traduzioni azzeccate. E invece no! Confinamento è il risultato che vi darà, in questo caso, il buon vecchio traduttore di Google. Sempre in tema rimaniamo, per carità, ma c'è una bella differenza da quello che sembrava.

E allora sarà il caso di iniziare non solo a parlare inglese come si deve, ma anche a comprendere realmente ciò che diciamo, pensando in una lingua non nostra, riuscendo ad ascoltare e a interagire con gli stranieri di mille Paesi che vanno e vengono per lo Stivale. È la lingua inglese il vero collante, la lingua più parlata nel mondo del lavoro, del turismo, nelle scuole, alla radio e in tv.

My English School è una scuola di lingue che si propone proprio questo: aiutarci ad apprendere finalmente l'inglese con un metodo smart ed efficace. C'è sì da imparare la grammatica, che forse è la parte più noiosa dell'inglese, ma c'è soprattutto tanta conversazione con insegnanti 100% madrelingua e certificati, che basano la didattica e le conversations proprio sulle esigenze della vita reale. Il metodo funziona perché è in grado di registrare e monitorare i punti di forza e le debolezze nella crescita formativa del singolo studente, permettendo un Progress assolutamente innovativo e totalmente personalizzato.

800x600_tutti soggetti_SOLO TITOLO-2

Di corsi ce n'è proprio per tutte le esigenze, dalla preparazione tecnica da spendere nel mondo del lavoro, a quelli necessari per viaggiare all'estero o per accogliere turisti stranieri qui da noi, fino al target dei giovanissimi e degli over 50, che si trovano a vivere in paesi sempre più multiculturali. Oltre a ciò, My English School dà la possibilità di raggiungere livelli di preparazione tali da far ottenere le più prestigiose e riconosciute certificazioni internazionali.

Ovviamente, tutte le attività al momento si tengono rigorosamente online, con lezioni pensate appositamente per piccoli gruppi. Questo almeno fino alla riapertura delle scuole, quando, ogni studente potrà decidere tra il continuare col frequentare a distanza online o tornare al metodo tradizionale in school e vivere appieno la "MyES experience". In cosa consiste? Oltre al metodo didattico innovativo e flessibile nella scelta degli orari e dei giorni di lezione, ci sono ambienti strutturate come ampi e moderni open space con comodi divani e poltroncine rosse, il tutto in un clima di grande leggerezza, in grado di dare una percezione molto pop della lingua e della cultura inglese.

My English School è un ottimo sistema per ripartire con una marcia in più, grazie anche all'eccezionale promozione di benvenuto: 3 mesi omaggio di attività in lingua per chi s'iscrive entro il 30 giugno a un corso MyES di almeno 3 livelli e a pagare si comincia a settembre. Una vera e propria full immersion estiva, dunque, completamente gratuita e fatta di tanta conversazione in lingua.

My English School, non un falso amico, ma tre parole inglesi che significano esattamente quello che promettono: insegnare l'inglese in modo unico e personalizzato.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Il "re del pollo fritto" arriva a Palermo, apre il colosso Kfc: 40 nuovi posti di lavoro

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Giorgia Davì, la baby modella che porta un po' di Palermo alla Milano Fashion Week

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

Torna su
PalermoToday è in caricamento