Comunicazione digitale e cultura antimafia: un'accademia per i ragazzi disabili di Palermo

Disabilità e inclusione: la sfida possibile parte dalla formazione dei giovani con Yellow Kids. Al via con Yellow School un corso di ben 16 laboratori

Accrescere l'autonomia dei ragazzi con disabilità e incrementare i valori di cooperazione e accoglienza da parte dei normodotati per vivere in una società del futuro migliore. Sono gli obiettivi del centro Yellow Kids, laboratori pomeridiani della Yellow School (Accademia per l'autonomia e la formazione) che partiranno a settembre per incentivare la cultura del dialogo, la collaborazione e l'integrazione tra i giovani. Lo sport all'aria aperta, il teatro, lo studio della comunicazione digitale e della cultura antimafia per unire. Sono solo alcuni dei laboratori in cui saranno coinvolti attivamente i ragazzi in una cornice di partecipazione ampia ed eterogenea. Non un doposcuola ma una scuola di formazione a tutto tondo per acquisire conoscenze e competenze importanti per la vita, che facilitino l'inserimento nel mondo del lavoro.

Attività ludiche e didattiche che fanno seguito, seppur con obiettivi e modalità diversi, allo Yellow Camp, il campo itinerante rivolto ai diversamente abili, che si sta snodando in tre località diverse, il Pyc di Villa Trabia, il Nautoscopio e il Parco della Salute tra il verde e la brezza marina, e che si concluderà il 31 luglio. A settembre riprendono dunque le attività dell'Accademia, che a oggi ha sede in via Giuseppe Patania ma che presto, vista l'imponente crescita di iscrizioni, si sposterà in una nuova struttura molto più ampia ma che il direttore e fondatori Luca De Paoli, un po' per scaramanzia, renderà nota solo ad agosto.

Anche nella nuova sede, i giovani frequentatori troveranno uno staff competente e il supporto di educatori, psicologi e pedagogisti che si occuperanno dei ragazzi a 360°. Studio e gioco per fomentare empatia e aiuto reciproco. Il tutto, articolato su sessioni di formazione per mantenere sempre alta l'attenzione e l'interesse. Interesse che l'Accademia ha tenuto vivo anche durante il lockdown attraverso delle video lezioni con la partecipazione attiva, seppur a distanza, dei giovani che hanno persino praticato attività fisica.

Tante, dicevamo, le attività della Yellow School, con ben 16 materie: un laboratorio di gestione B&B e reception per insegnare ai ragazzi a gestire una struttura ricettiva, dalle prenotazioni alle colazioni; un laboratorio di canto per lo sviluppo delle nozioni tecniche fondamentali per l'utilizzo della voce; un corso per pizzaiolo che si articolerà dalla preparazioni degli impasti fino alla cottura delle pizze. E molto, moltissimo altro tutto da scoprire e assaporare. "Per un ragazzo con disabilità - dice De Paoli - i laboratori saranno importanti per imparare cose nuove e trovare nuovi amici, ma lo saranno anche per quelli senza disabilità che, cooperando con i primi, avranno la possibilità di acquisire nuovi valori e diventare persone migliori".

Video popolari

Comunicazione digitale e cultura antimafia: un'accademia per i ragazzi disabili di Palermo

PalermoToday è in caricamento