Da Palermo a Catania a bordo del low cost, noleggiare un'auto adesso costa solo 1 euro

Nato in Francia dall'intuizione dei fratelli Alexandre e Geoffroy Lambert, questa piattaforma fa leva sulla necessità delle società di car rental di spostare quotidianamente i loro veicoli. Ecco la trovata dunque che consente il noleggio a un prezzo simbolico

Il noleggio auto tra Palermo e Catania costa solo 1 euro. Grazie a DriiveMe oggi è possibile noleggiare un'auto con primarie società di car rental al costo simbolico di un euro anche all'interno della Sicilia e, in particolare, per andare dal capoluogo di regione alla città dell'elefante e viceversa, oltre che per raggiungere i principali centri della penisola, tra cui Napoli, Bari, Roma, Milano, Torino e molti altri.

DriiveMe porta così in Sicilia il suo innovativo servizio che consente di spostarsi tra le due principali città isolane e verso diverse destinazioni della penisola, noleggiando un'auto al costo di 1 euro, assicurazione compresa. Questa opportunità estremamente vantaggiosa è possibile perché DriiveMe fa leva sull'esigenza delle società di autonoleggio di movimentare i loro veicoli da una sede all'altra, ad esempio, tra Palermo e Catania o viceversa, mettendoli a disposizione a un costo simbolico di chi desidera noleggiare un'auto su quella stessa tratta.

Dalla Francia alla Sicilia

Dopo aver debuttato in Francia nel 2012, poi successivamente in Spagna, Portogallo, Regno Unito e lo scorso anno in Italia, DriiveMe estende oggi la possibilità di noleggiare un veicolo con una spesa irrisoria anche all'interno della Sicilia e, più in particolare, tra l'aeroporto di Palermo Punta Raisi a quello di Catania Fontanarossa in entrambe le direzioni, oltre che da queste due località verso le più importanti città della penisola, tra cui Napoli, Bari, Roma, Bologna, Milano, Torino e molte altre, sempre a 1 euro. 

Per poter sfruttare questa possibilità basta collegarsi al sito Web di DriiveMe oppure utilizzare l'app disponibile sia per Android sia iOS, verificare la disponibilità del veicolo per la tratta e il giorno d'interesse e selezionare l'ora in cui verrà ritirata l'auto presso l'ufficio di noleggio, che entro le 24 ore successive dovrà essere consegnata a destinazione. Come per tutti i noleggi di auto, rimangono escluse le spese per il carburante e per gli eventuali pedaggi autostradali.

"Sappiamo che l'opportunità di noleggiare un'auto con primarie compagnie a 1 euro, includendo anche l'assicurazione, a prima vista sembri incredibile e che possa far pensare a costi nascosti, ma in realtà è basata su un meccanismo molto semplice e assolutamente trasparente", ha commentato Victor De Pasquale, Responsabile Operativo & Business Developer Italia & Spagna di DriiveMe, "Siamo certi che anche i siciliani non tarderanno ad apprezzare il nostro servizio, che ora è disponibile anche per viaggiare all'interno dell'isola, oltre che verso Nord".

L'intuizione di due fratelli

DriiveMe nasce nel 2012 in Francia dall'intuizione dei fratelli Alexandre e Geoffroy Lambert che, considerando la necessità delle società di car rental di spostare quotidianamente i loro veicoli, hanno realizzato un'innovativa piattaforma che consente di noleggiare un veicolo al costo di 1 euro. DriiveMe ha già conosciuto una rapida crescita internazionale con l'espansione nel Sud Europa, affidata al fratello minore dei fondatori, Constantin, e nel nord Europa per mano di Trevor, cugino dei fratelli Lambert. Con una presenza che copre attualmente Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito e dal 2019 anche Italia e Germania, DriiveMe sta già guardando oltreoceano per il prossimo futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

  • Coronavirus, in Sicilia registrati altri 95 contagi: 559 i pazienti ricoverati

Torna su
PalermoToday è in caricamento