Cromature dell'auto o della moto, tutti i segreti per pulirle (e lucidarle) in casa

Con il passare del tempo possono opacizzarsi, annerirsi o ingiallirsi a causa degli agenti atmosferici e dei gas di scarico. Ecco allora una guida passo passo per una corretta pulizia delle cromature dell'auto e della moto con prodotti dedicati

Con il passare del tempo possono opacizzarsi, annerirsi o ingiallirsi a causa degli agenti atmosferici e dei gas di scarico. Ecco allora una guida passo passo per una corretta pulizia delle cromature dell'auto e della moto con prodotti dedicati. 

La pulizia della carrozzeria 

Il primo passo è ovviamente la pulizia della carrozzeria e di tutte le cromature utilizzando prodotti non aggressivi ed uno spazzolino da denti per raggiungere gli angoli più difficili, ad esempio nei cerchioni. E’, inoltre, importante, asciugare accuratamente le varie parti cromate con un panno morbido per evitare la formazione di antiestetiche macchie.

La cera protettiva 

In caso di cromature in buono stato è ora sufficiente applicare una cera protettiva che ridona piena lucentezza alle varie parti. Se, invece la vostra auto o moto presenta parti arrugginite o ossidate è possibile utilizzare dei prodotti dedicati in grado di far tornare come nuove, tutte le superfici cromate.

Si tratta di prodotti abrasivi che, quindi, vanno utilizzati con estrema attenzione seguendo le indicazioni fornite da produttore, ideali per paraurti, maniglie, cerchi in lega e oggetti cromati di auto, moto o anche presenti in casa. Prodotti da non utilizzare, invece, su plastiche cromate.

Come evitare danni

Per evitare danni è consigliabile proteggere le parti adiacenti alla cromatura con nastro di carta. Prodotti da applicare con un batuffolo di cotone o un panno morbido sulla superficie da lucidare strofinando in modo uniforme; in caso di applicazione su terminali di scarico è importante inoltre attendere che questi si raffreddino per evitare, ovviamente, spiacevoli scottature.

Manutenzione cromature: i prodotti più venduti sul web

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Sicilia resta arancione (ma Palermo ancora rossa), Draghi: "Dal 26 aprile iniziamo a riaprire"

  • Il caso della prof morta: "La prima volta il medico ha rifiutato di farle AstraZeneca"

  • Coronavirus, il numero dei positivi resta alto: la Sicilia rischia la zona rossa 

  • Covid, Sicilia seconda regione con più casi: in provincia di Palermo oltre 500 nuovi contagi

  • Coronavirus, Sicilia quarta regione per contagi (+1.450): frenano i ricoveri, 6 morti

  • Tradimenti, bugie e cianuro: "Ha avvelenato il marito, l'ha sentito cadere ed è uscita"

Torna su
PalermoToday è in caricamento