rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Mobilità Sostenibile

Monopattini elettrici, dall'8 marzo e per tutto il mese tariffa dimezzata per le donne di notte

A lanciare l'iniziativa, valida durante la fascia oraria dalle 22 alle 6, è Bit Mobility. Azzerato anche il costo di sblocco. Ecco come fare per usufruire dell'agevolazione

Le donne che utilizzeranno i monopattini o gli scooter elettrici Bit durante la fascia oraria dalle 22 alle 6 non avranno un costo di sblocco mentre la tariffa al minuto sarà scontata del 50%. L'iniziativa sarà valida a partire dal prossimo 8 marzo, Giornata internazionale della donna, e fino alla fine del mese. BIT Mobility, azienda attiva nel campo della sharing mobility, ha deciso di lanciarla per non lasciare sole le donne che si ritrovano a rincasare o a spostarsi in orario notturno. Per poter ottenere quest’agevolazione le donne devono farne richiesta, mandando una mail a bityourside@bitmobility.it specificando nome, cognome, mail di registrazione al servizio e selfie identificativo con un documento.

Alla base della proposta vi è il 'modello Edimburgo': nel 2021 nella capitale scozzese è stato infatti sperimentato il programma 'Home Safe', che attraverso una capillare raccolta fondi su GoFundMe ha permesso alle donne di ottenere passaggi gratuiti o a prezzo estremamente scontato dai taxi che operano nell'area urbana per rincasare dai pub e dai locali. Obiettivo era quello di aumentare la consapevolezza sul problema della mancanza di sicurezza che le donne devono affrontare quotidianamente. Un modello, quello scozzese, che BIT Mobility ha deciso di replicare a modo suo nelle 25 città in cui è attiva la sua rete di noleggio, tra le quali c'è anche Palermo. 

“BIT Mobility ha deciso di cogliere l’opportunità rappresentata dalle celebrazioni dell’8 marzo - dichiara Michela Crivellente (Ceo di Bit Mobility) - per lanciare un importante messaggio di sensibilizzazione. Come donna e imprenditrice, mi sono chiesta cosa potesse fare un’azienda come la nostra per rafforzare la percezione della sicurezza nel pubblico femminile, accendendo inoltre i riflettori su un tema che è oggi di fortissima attualità. E’ nata così questa iniziativa, che abbiamo deciso di prolungare per tutta la durata del mese di marzo”. 

Attualmente le donne rappresentano il 25% dell'utenza iscritta ai servizi Bit. Il 50% delle donne iscritte al servizio rientra nella fascia di età tra i 18 e 25 anni, il 20% ha tra i 26 e i 30 anni. Le città in cui è presente una maggiore quota di utilizzo da parte del pubblico femminile sono Firenze, Bari, Verona e Milano: il che rende la piattaforma BIT trasversale da Nord a Sud. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monopattini elettrici, dall'8 marzo e per tutto il mese tariffa dimezzata per le donne di notte

PalermoToday è in caricamento