rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Meteo

Il maltempo non molla Palermo e provincia: case evacuate, fiumi di fango e strade allagate

Diffuso un altro avviso di allerta meteo arancione. Notevoli disagi in provincia. L'esperto: "Ma un graduale miglioramento del tempo è atteso dalla mattinata di venerdì"

Prosegue il maltempo in Sicilia. Attacca così il meteorologo di 3bmeteo.com Gaetano Genovese nel suo aggiornamento per PalermoToday sulle condizioni meteo. "Il vortice di bassa pressione, presente ormai da giorni sul Mediterraneo occidentale, sta mostrando i suoi effetti anche tra le due isole maggiori del nostro Paese - dice Genovese -. Nello specifico, la Sicilia è la regione maggiormente colpita dal maltempo con temporali e nubifragi su diverse zone dell’isola dove, specie nelle ultime ore, diversi fenomeni temporaleschi molto intensi, spesso a sfondo grandinigeno, hanno scaricato al suolo ingenti quantitativi di precipitazione". E intanto la Protezione civile regionale ha diffuso un altro avviso di allerta meteo arancione per condizioni meteo avverse valido fino alle ore 24 di domani, giovedi 11 novembre.

Fiumi di fango a Lascari, villette allagate | Video

L'esperto aggiunge: "Tuttavia, le piogge ed i temporali, saranno gli assoluti protagonisti anche durante i prossimi giorni interessando a più riprese tutto il territorio regionale. Un graduale, seppur temporaneo, miglioramento del tempo è atteso durante il fine settimana, quando si avrà una pausa delle precipitazioni. Le temperature saranno stazionarie sia nei valori massimi che nei valori minimi, risultando lievemente superiori alle medie tipiche della seconda decade di novembre. Ventilazione sostenuta dai quadranti orientali con raffiche fino a 60-70 km/h".

E Palermo? "Sarà interessata da nuove precipitazioni, anche a carattere di nubifragio, specie durante la prima parte della giornata di giovedì - conclude il meteorologo -. Un graduale miglioramento del tempo è atteso dalla mattinata di venerdì quando si apriranno ampie schiarite. Temperature stazionarie, sia le massime, con valori compresi tra 19°C e 21°C, sia le minime, con valori compresi tra 15°C e 17°C.

Notevoli disagi in provincia

Intanto il sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo, fa un appello ai cittadini: "Vi invito alla prudenza, evitate gli spostamenti se non necessari. Stamattina dopo la comunicazione di allerta arancione diramato dalla protezione civile regionale, ho istituito la centrale operativa cmunale. A seguito della bomba d' acqua sul nostro territorio non si registrano gravi danni e, grazie all'intervento della protezione civile, coadiuvati dall' assessore Francesca La Fata e dall'ingegner Zerillo è stato prontamente risolto un problema nei locali dell'Asp (Ospedaletto). In questo momento il corpo di polizia municipale sta effettuando il monitoraggio dell'intero territorio". 

Circolazione ferroviaria sospesa anche oggi sulla linea Palermo-Agrigento/Catania, tra Montemaggiore e Roccapalumba, per l'allagamento della sede ferroviaria e i danni provocati dalle abbondanti precipitazioni, che continuano ad interessare tutta l'area. Prosegue il lavoro dei tecnici Rfi, impegnati a presidiare le linee interessate dall'interruzione, per ripristinarne la funzionalità in sicurezza. Attivo servizio sostitutivo con autobus.

Allagamenti e strade trasformate in fiumi anche a Lascari dove sono state evacuate alcune villette che si sono allagate. “Oltre al danno la beffa. Nel 2018 - afferma Giovanna Moscarelli, una residente - fango e acqua hanno invaso la nostra abitazione. Mi sembra di rivivere un incubo. Lo stesso di quella notte di fine agosto di tre anni fa. Abbiamo dovuto ristrutturare casa e ricomprare i mobili. Oggi la storia si ripete fra la notte dell’8 e il 9 novembre. Anche in questo caso i danni sono ingenti. Abbiamo paura dell’acqua che straripa dal canalone sottostante la SS113 che non viene pulito. Più volte abbiamo denunciato, inviato Pec all’Anas tramite legale senza nessun risconto. Non lasciateci ancora soli”. “Sono anni che denunciamo il fatto - afferma Vincenzo Fraterrigo, un altro residente - ma senza una risposta. Siamo terrorizzati per la nostra incolumità ogni qualvolta le condizioni meteo sono sfavorevoli. Non lasciateci soli! Oggi la storia si ripete. Aiutateci e non fateci morire”. Decadimento e abbandono da parte delle istituzioni. Anas in prima battuta, ma sopratutto la totale assenze delle istituzioni locali nella risoluzione del problema. Ricordo che a seguito delle vicende 2018 ci siamo appellati al procuratore della repubblica ed il risultato è stato uno sperpero di denaro per costruire un canale di scolo totalmente inutile a valle di via del frassino quando il problema parte a monte dalla statale 113”.

Disagi anche a Carini e a Cefalù. Anas nel tardo pomeriggio ha informato che a causa delle intense precipitazioni è stato necessario chiudere anche il tratto dell'autostrada Palermo-Trapani in direzione Mazara del Vallo con l'uscita obbligatoria è Alcamo Ovest, e in direzione Palermo tra Castellammare del Golfo e Salemi. A presidiare le strade le pattuglie delal polizia stradale (video allegato).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maltempo non molla Palermo e provincia: case evacuate, fiumi di fango e strade allagate

PalermoToday è in caricamento