Come scegliere o cambiare il medico di base o il pediatra a Palermo

Ogni cittadino grande o piccolo che sia ha il diritto di essere assistito da un medico scelto sulla base di un rapporto di fiducia. Tutto quello che c'è da sapere

L'articolo 32 della Costituzione riconosce il diritto alla tutela della salute. Ogni cittadino ha il diritto di essere assistito da un medico scelto sulla base di un rapporto di fiducia. Per i cittadini di età fino a 14 anni l'assistenza viene erogata dal pediatra.

Come scegliere il medico di base

Il medico medicina generale (medico di base) e il pediatra di libera scelta sono professionisti che hanno un rapporto di convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale in base al quale assumono l'impegno a prestare la propria attività nei confronti degli assistiti presi in carico.

La scelta del medico di base o del pediatra viene liberamente effettuata recandosi presso gli Uffici Anagrafe degli assistiti del Distretto di residenza. Per i residenti nella città di Palermo è possibile recarsi indifferentemente in uno dei quattro uffici indicati. E' possibile, nella maggior parte dei casi, cambiare il medico online collegandosi al sito dell'Asp, previa registrazione. Con la stessa modalità può essere effettuata la sola revoca per chi è momentaneamente domiciliato altrove.

Quali sono i documenti necessari 

Documenti necessari per effettuare la scelta o revoca del medico di base o del pediatra:

  • Autocertificazione di residenza e stato di famiglia
  • Documento di riconoscimento
  • Codice fiscale
  • Libretto sanitario (in assenza autocertificazione secondo il caso)
  • Modello autocertificazione con delega eventuale per la scelta o revoca (da utilizzare anche per la scelta temporanea fuori dal proprio ambito di residenza)
  • Modello per il mantenimento del Pediatra oltre i 14 anni (fino al compimento del 16° anno)
  • Modello per il mantenimento del proprio Medico nel precedente Comune di residenza nello stesso ambito Provinciale (la scelta di un medico o pediatra di base al di fuori del proprio ambito di residenza anagrafica non è di norma possibile e viene concessa solo a determinate condizioni previste dalla norma e per periodi limitati, previa valutazione del singolo caso da parte di una apposita commissione).

Sedi anagrafe assistiti a Palermo e in provincia 

A Palermo sono quattro e si trovano in: 

  • Via Papa Sergio I (c/o ex P.O. Enrico Albanese): telefono 091.7032349 o 091.7032382; email anagrafe.ptaalbanese@asppalermo.org    
  • Via G. La Loggia, 5: telefono 091.7033262 o 091.7033276; email anagrafe.ptabiondo@asppalermo.org
  • Via Turrisi Colonna, 43: telefono 091.7032136 o 091.7032126; email anagrafe.pacentro@asppalermo.org    
  • Via Giorgio Arcoleo, 25: telefono 091.7037378 o 091.7037386; email ptaguadagna@asppalermo.org

Le sedi in provincia invece si trovano a: 

  • Cefalù Distretto 33 c.da Pietra Pollastra: telefono 0921 .920203
  • Carini Distretto 34 Corso Italia, 151: telefono 091.8620250
  • Petralia Sottana Distretto 35 Contrada Sant'Elia: telefono 0921.682215
  • Misilmeri Distretto 36 corso G.Scarpello, 53: telefono 091.8710261
  • Temini Imerese Distretto 37 via Ospedale Civico, 10: telefono 091.8153126
  • Lercara Friddi Distretto 38 via F. Cali: telefono 091.8256219
  • Bagheria  Distretto 39 via B.Mattarella, 166: telefono 091.991208
  • Corleone  Distretto 40 via Don G. Colletto: telefono 091.8450650
  • Partinico Distretto 41  via Siracusa, 20: telefono 091.8911414

Presso tali uffici sono esposti gli elenchi dei medici convenzionati, con ambulatorio nei Comuni del Distretto, fra cui può essere fatta la scelta. Tale scelta, una volta compiuta, ha validità di un anno ed è tacitamente rinnovata. Se viene meno il rapporto di fiducia fra medico e assistito, quest'ultimo può cambiare il medico di base o pediatra in qualunque momento, trascorsi almeno 30 giorni dalla scelta; analoga facoltà è data al medico o al pediatra che può ricusare l'assistito il quale ha 15 giorni di tempo per procedere ad altra scelta.

Lo studio convenzionato 

Viene prestata presso l'ambulatorio di medicina generale o del pediatra convenzionato. Lo studio deve restare aperto al pubblico per cinque giorni la settimana con un orario stabilito dal professionista esposto all'ingresso. Il medico ha diritto ad assentarsi, ma deve sempre garantire l'apertura dello studio affidandolo ad un sostituto. 

Quali sono le prestazioni gratuite 

Il medico deve garantire in forma gratuita ai propri assistiti:

  • visite ambulatoriali e domiciliari a scopo preventivo, diagnostico e terapeutico nell'orario coperto dalla convenzione
  • certificati per incapacità temporanea al lavoro, previsti dalla legge per i lavoratori dipendenti
  • certificazioni obbligatorie per legge ai fini della riammissione ad asili nido, scuola materna, dell'obbligo e scuola superiore
  • certificazione di idoneità sportiva non agonistica nell'ambito delle attività parascolastiche, con validità per l'intero anno scolastico - si precisa che i normali esercizi ginnici scolastici costituiscono materia di insegnamento e pertanto non sono soggetti ad accertamento preventivo di idoneità fisica - in casi particolari è invece possibile ottenere una certificazione per l'ventuale esonero
  • prescrizione di cure termali (su ricettario regionale)
  • richieste di visite ed esami specialistici
  • tenuta della scheda sanitaria individuale
  • accesso negli ambienti di ricovero in fase di accettazione, degenza e dimissioni dei propri assistiti

Le prestazioni a pagamento 

Sono, invece, a pagamento i seguenti certificati:

  • di buona salute
  • ad uso assicurativo
  • di idoneità sportiva non agonistica (per uso privato - non scolastico)
  • di guarigione per gli addetti alle industrie alimentari
  • anamnestico per porto d'armi o per la patente di guida
  • per richiesta di invalidità

Visite domiciliari

L'assistenza da parte del medico è assicurata anche al domicilio dell'assistito quando questi, a causa delle sue condizioni di salute e su valutazione del medico stesso, è impossibilitato a recarsi presso lo studio del professionista. In tali casi le visite domiciliari vanno richieste al proprio medico, di norma, entro le ore 10 e vanno eseguite in giornata¸ se l'assistito le richiede oltre orario predetto possono essere espletate entro le ore 12 del giorno successivo.

Visite occasionali

Il professionista garantisce anche l'assistenza medico-generica e pediatrica di base ai cittadini momentaneamente presenti nel territorio di un'Azienda Usl diversa da quella di residenza. In tali casi l'assistito che si rivolge ad un medico è tenuto al pagamento di un onorario stabilito nella misura minima da apposite tariffe (previste dagli accordi collettivi per la medicina generale e pediatrica) pari a:

  • € 15,00 per le visite ambulatoriali generiche
  • € 25,00 per le visite domiciliari generiche
  • € 25,00 per le visite ambulatoriali pediatriche
  • € 35,00 per le visite domiciliari pediatriche

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento