Atti di nascita e riconoscimento: le istruzioni del Comune di Palermo

Presso l'ufficio anagrafe del Comune di Palermo si possono richiedere i certificati relativi all'anagrafe e allo stato civile. Ecco tutto quello che c'è da sapere

Presso l'ufficio anagrafe del Comune di Palermo si possono richiedere i certificati relativi all'anagrafe e allo stato civile. Tali certificati vengono forniti attraverso il Servizio Demografico del Comune di Palermo, a cui compete la raccolta, gestione e certificazione dei dati anagrafici dei cittadini, inclusi quelli dei soggetti che trasferiscono all'estero la propria residenza. Tra questi ci sono anche gli atti di nascita e riconoscimento. 

Cosa sono i servizi anagrafici 

I servizi anagrafici riguardano i rapporti tra i cittadini e l'Amministrazione Comunale per tutte le attività legate all'Anagrafe, allo Stato Civile, all'Aire (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) e all'elettorato per certificazioni e denunce di variazione relative agli archivi demografici

Certificato di nascita 

Il certificato di nascita attesta la nascita di una persona e ne specifica le informazioni relative: nome, cognome, data e comune di nascita. Non contiene l'ora di nascita né eventuali annotazioni per matrimonio, divorzio, morte. Dove farlo a Palermo? 

  • Indirizzo: Piazza Pretoria, 1
  • Telefono: 091.7401111
  • Fax: 091.7402206
  • Sito web: https://www.comune.palermo.it

Il riconoscimento

Il riconoscimento è una dichiarazione volontaria di uno o di entrambi i genitori con la quale si afferma la paternità o la maternità nei confronti di un figlio: può essere resa solo direttamente dall'interessato e può avvenire o davanti all'ufficiale dello stato civile o può essere contenuta in un testamento, o in un atto pubblico; riguardo ai tempi, può avvenire al momento della nascita o successivamente alla nascita o anche prima della nascita ( riconoscimento del nascituro dopo il concepimento). Il figlio assume il cognome che lo ha riconosciuto e, in caso di riconoscimento congiunto da parte di entrambi i genitori assume il cognome del padre.

Termine di conclusione del procedimento: 10 giorni dal ricevimento dell'istanza. L'atto di riconoscimento viene formato davanti l'ufficiale di stato civile. Il provvedimento non può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato e il procedimento non può concludersi con il silenzio assenso dell'amministrazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento